Logo San Marino RTV

Rifiuti, Lonfernini: “Una priorità. Interventi celeri. Nulla si è fatto per migliorare il porta a porta "

di Monica Fabbri
3 gen 2020

Il Segretario di Stato in pectore Teodoro Lonfernini, che la prossima settimana giurerà con i colleghi di Governo, raccoglie l'appello dell'Usot e assicura immediata attenzione al problema rifiuti. Gli operatori del Centro Storico lanciano l'allarme e senza tanti giri di parole definiscono la situazione vergognosa. Per 4 giorni dalla fine dell'anno, in pieno Natale delle Meraviglie – spiegano - non è stata effettuata la raccolta di organico e plastica, con bar e ristoranti costretti a stipare i rifiuti. Guardando al calendario dell'AASS, la raccolta è stata sospesa il 31 ed è ripresa ieri con metallo, carta e residuo. Solo oggi, quindi, sono stati ritirati i numerosi sacchi, ben visibili questa mattina sullo stradone. L'Usot del resto ne fa una questione non solo di igiene ma di immagine, considerando l'evento clou del capodanno che ha richiamato in Repubblica numerosi visitatori.

Lonfernini, che a breve si insedierà nella Segreteria al Lavoro e curerà i rapporti con l'Azienda dei Servizi, è già pronto a prendere in mano la situazione e ad intervenire celermente “perché ciò che giudicano imbarazzante come categorie – spiega - l'ho visto in questi anni da cittadino”. Definisce la questione rifiuti, quindi, una priorità. Ricorda di aver ereditato, già a suo tempo, la gestione del porta a porta e non risparmia critiche alla legislatura appena conclusa per non aver fatto nulla. “Tre Castelli erano partiti con la mia Segreteria – commenta - ma nulla si è fatto negli altri e neppure in termini di attenzione nei centri storici principali di Città e Borgo”. Insomma, "degli aspetti migliorativi del progetto iniziale – fa notare – neanche l'ombra: né per le isole ecologiche – dice – che per logistica, organizzazione della raccolta e aspetti estetici".