Logo San Marino RTV

Rifiuti: il punto sulla differenziata del Territorio che guarda al Conai

15 apr 2014
Rifiuti: il punto sulla differenziata del Territorio che guarda al Conai
Rifiuti: il punto sulla differenziata del Territorio che guarda al Conai
Nell’ambito delle proprie competenze in materia di gestione dei rifiuti volte a ridurne le quantità prodotte, a promuovere il riutilizzo dei prodotti e ad aumentare le quantità di materiali effettivamente recuperati, l'Osservatorio per la gestione integrata e sostenibile dei rifiuti sta contribuendo alla creazione di un sistema di raccolta differenziata sostenibile, che da ieri è stata avviata anche nel Castello di Fiorentino. Lo scopo è raccogliere le esperienze già in corso nell'intero Castello di Chiesanuova e nel centro storico di Città, per le quali si rendono noti gli incoraggianti riscontri registrati nelle percentuali di raccolta raggiunte; in particolare a Chiesanuova al 31 marzo si registra un 72% di raccolta di frazione
differenziata, avviabile quindi al riciclo, contro un rimanente 28% di rifiuto indifferenziato. Tali dati evidenziano come il porta a porta conduca effettivamente ed in breve tempo ad importanti risultati,
che possono comunque ancora comprendere ulteriori margini di miglioramento. Ancora maggiore è la percentuale di differenziata nel centro storico di Città che, gestita dall’Azienda Autonoma di Stato per i Servizi, si attesta al 82%; segnaliamo che sempre l’AASS nelle prossime settimane intende avviare, con il supporto del proprio servizio di igiene ambientale, la raccolta porta a porta all'interno del centro storico di Borgo Maggiore, anch'esso facente parte del Patrimonio Unesco. Per valorizzare ancor di più i materiali ottenuti dalla raccolta differenziata, la Segreteria di Stato al Territorio sta anche procedendo a riavviare i contatti con il Ministero dell’Ambiente italiano, al fine di valutare la possibilità di consentire a San Marino di aderire al consorzio Conai.
In questo contesto operativo, l'Osservatorio si farà promotore nei prossimi mesi di una campagna di sensibilizzazione e comunicazione che, su più fronti, avrà l'intento di apportare a tutta la cittadinanza un contributo di accrescimento della coscienza civica sul tema, oltre a fornire gli elementi utili ad
un'approfondita conoscenza del sistema di raccolta porta a porta e alla sua pratica applicazione. Allo stesso modo, verranno comunicati periodicamente i risultati conseguiti, in modo da informare i cittadini su ciò che si ottiene grazie al loro impegno.
L’Osservatorio ha inoltre preso atto del fatto che l’AASS sta per adottare un Regolamento allo scopo di normare la nuova modalità di raccolta differenziata, così da rendere maggiormente efficaci anche i controlli relativi ad eventuali infrazioni. A partire dall'educazione dei cittadini più giovani si cercherà quindi di produrre un substrato fertile per l'estensione del sistema porta a porta in tutto il Paese, vista la riconosciuta importanza del settore dei rifiuti quale ingranaggio fondamentale nella corretta gestione territoriale ed economica di uno Stato avanzato.