Logo San Marino RTV

Rohingya, almeno 6.700 morti in un mese per le violenze. Il tragico bilancio in un’indagine di MSF

14 dic 2017
Medici senza frontiere
Medici senza frontiere
Almeno 6.700 Rohingya, inclusi 730 bambini sotto ai 5 anni, sono stati uccisi tra agosto e settembre scorsi in Birmania: lo denuncia Medici senza Frontiere (Msf) in uno studio pubblicato online. Il bilancio ufficiale delle autorità birmane riferito allo stesso periodo è di 400 vittime, scrive la Bbc, la maggior parte indicate come 'terroristi islamici'. Dalle violenze di agosto sono oltre 645.000 i Rohingya fuggiti in Bangladesh, afferma Msf.