Logo San Marino RTV

Roma: giovedì 23 luglio seduta congiunta delle “commissioni anticrimine” italiana e sammarinese

Nel pomeriggio, a Palazzo, una riunione informale e preparatoria dell'organismo presieduto da Pasquale Valentini

16 lug 2020
Nel pomeriggio, una riunione preparatoria, informale, dei membri dell'organismo sammarinese
Nel pomeriggio, una riunione preparatoria, informale, dei membri dell'organismo sammarinese

Era il giugno del 2017 quando, sul Titano, si riunirono le Commissioni parlamentari sammarinese ed italiana, che trattano il fenomeno della criminalità organizzata. Al termine venne emesso un comunicato, nel quale si conveniva sull'opportunità di intraprendere iniziative di sensibilizzazione congiunte. Tra gli obiettivi, poi, una cooperazione – anche in seno alle organizzazioni internazionali - per sviluppare le misure più idonee di contrasto ai gruppi criminali, “che si trovassero a compiere reati interconnessi tra i due Stati”. Nel frattempo i membri di entrambe le commissioni sono cambiati, ma il rapporto non si è interrotto; e dopo l'insediamento, a gennaio, dell'organismo presieduto da Pasquale Valentini, non solo si è dato subito il via alle previste audizioni, ma è stata anche inviata una lettera, per riprendere la collaborazione. L'attuale situazione covid permette incontri in presenza, ed è stata dunque fissata una seduta congiunta, giovedì prossimo, a Roma. Da qui un ringraziamento al Presidente della “Commissione Antimafia”, il senatore Nicola Morra. A Palazzo Pubblico, nel pomeriggio, una riunione preparatoria, informale, dei membri dell'organismo sammarinese. Si punterà a dare piena attuazione ai target indicati in precedenza; confrontandosi su ciò che è stato fatto in questi anni. In Ufficio di Presidenza, ricorda Valentini, la Reggenza ha tenuto conto dell'appuntamento romano, nella fissazione del calendario consiliare della prossima settimana. Alla trasferta parteciperanno infatti tutti gli 8 componenti della commissione sammarinese; ben più numerosa, invece, quella italiana, che sarà rappresentata da una delegazione dei propri membri.