Logo San Marino RTV

San Marino: consolidato il trend positivo. Il Commissario Arlotti parla di emergenza ormai “alle spalle”

Ieri, a fronte di 89 tamponi refertati, si sono registrati 2 nuovi casi e 7 guarigioni. Soddisfatto il Segretario Ciavatta, che ha ringraziato i cittadini per il senso di responsabilità mostrato

3 giu 2020
Roberto Ciavatta e Massimo Arlotti
Roberto Ciavatta e Massimo Arlotti

Nessun decesso; 2 nuovi casi e 7 guariti, a fronte di 89 tamponi refertati ieri. E si conta una nuova dimissione: in Ospedale, ora, sono solo due le persone covid-positive ricoverate, una delle quali in terapia intensiva e semintensiva. Numeri che si commentano da soli, ha dichiarato il Commissario Straordinario; e poi una considerazione importante: “ormai – ha detto Arlotti l'emergenza è alle spalle”. Tanto che venerdì sarà l'ultimo giorno di apertura dell'area di isolamento. Si apre un'altra fase, insomma, quella del ritorno alla normalità. Dal Segretario Ciavatta un'analisi dell'operato del Governo, nel corso dell'epidemia. “Abbiamo gettato il cuore oltre l'ostacolo”, ha detto, ricordando le riaperture di alcuni settori dell'economia già ad inizio maggio. I contagi sono comunque diminuiti in modo significativo; da qui un ringraziamento ai cittadini, per il senso di responsabilità mostrato. L'obiettivo, ora, è farsi trovare pronti, in caso di nuova emergenza. La Responsabile Comunicazione dell'ISS, dal canto suo, ha ricordato come dopo il “sorpasso” della scorsa settimana, sia in costante aumento il divario fra il numero delle guarigioni e quello dei soggetti attualmente positivi. In netto calo, inoltre, le quarantene attive: 316, ad oggi. Stefania Stefanelli ha anche sottolineato l'impegno del Gruppo di Coordinamento, sul fronte informativo: nell'ottica della “continuità” e della “trasparenza”. E poi una puntualizzazione del Commissario Straordinario, dopo un servizio televisivo di un noto tg satirico italiano, che aveva provocato polemiche anche di carattere politico. “I test che si utilizzano a San Marino – ha sottolineato Arlotti – sono assolutamente certificati”. Approntato anche un protocollo per il prelievo di plasma da convalescente, recuperandolo innanzitutto dai donatori di sangue. L'ISS mira a fare scorta, in attesa del completamento degli studi sull'efficacia della terapia. Infine i dati sullo screening in corso sui lavoratori, che fino ad ora ha riguardato 3.151 dipendenti. 102 i positivi al test sierologico; 29 al successivo tampone: si tratta – è stato detto - di 13 residenti e 16 frontalieri.

Nel servizio le interviste a Roberto Ciavatta (Segretario di Stato Sanità) e Massimo Arlotti (Commissario Straordinario per l'Emergenza)