Logo San Marino RTV

San Marino e la Shoah, l'importanza di ricordare

Nel 75° anniversario dalla liberazione di Auschwitz, le iniziative in territorio e nel circondario

27 gen 2020
San Marino e la Shoah, l'importanza di ricordare
San Marino e la Shoah, l'importanza di ricordare

Custodire la memoria di uno dei capitoli più importanti della Storia. Conoscere, un dovere morale. Per capire. E' forte l'appello che San Marino lancia, attraverso la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, “a non allontanarsi mai dal ricorso alle ragioni del dialogo e alla necessità di sostenerle anche in tutte le sedi internazionali, che hanno l’onere di garantire un futuro di pace e sicurezza”.

“Nel pieno rispetto della nostra tradizione pacifica, - sostiene il Segretario di Stato, Luca Beccari - oggi è bene rammentare ai cittadini quello spirito di tolleranza e umanità che, durante il secondo conflitto mondiale, ci ha spinto ad accogliere migliaia di rifugiati in territorio sammarinese: che possa sempre costituire – sottolinea - un esempio virtuoso per la nostra comunità e per il mondo intero”. Un richiamo non scontato, infine, alla necessità “di contrastare sul nascere i germi dell’intolleranza e del razzismo perché – citando Primo Levi, è avvenuto, quindi può accadere di nuovo”.

Per la Csu, ricordare significa “opporsi alle discriminazioni”. Un impegno che il sindacato rilancia “per un mondo più libero, solidale, nel rispetto della dignità della persona”. Anche l'Usl accanto a chi difende i diritti umani. Ribadito il proprio sostegno allo “sviluppo di progetti educativi e di mobilitazione della società civile per impedire che la storia si ripeta”.

Educare i giovani alla memoria, dunque, attraverso l'uso della testimonianza: Giuseppe Marzi ha presentato in mattinata il suo libro “Il viale delle rose” agli allievi del Cfp di San Marino, mentre Antonio Morri e Davide Bagnaresi, coautori insieme a Marzi de “La meravigliosa bugia”, hanno tenuto una lezione agli studenti delle Scuole Maestre Pie di Rimini sul coraggio di chi sul Titano rifiutò di rispettare le leggi razziali dando rifugio e salvezza a tanti ebrei.

Da giorni in territorio un ricco calendario di iniziative, che questa sera culmineranno con la 15esima Camminata della Memoria promossa dall'associazione La Genga. Ospite il Vescovo Andrea Turazzi (partenza alle 20 sotto i portici di Borgo Maggiore); e lo spettacolo, a cura degli Istituti Culturali, “La lista” di Laura Curino, di scena alle 21 al Teatro Titano.

Anche a Rimini mattinata di commemorazione solenne. Davanti al monumento dedicato “Ai Caduti nei Lager nazisti e di tutte le prigionie”, la cerimonia animata da letture, testimonianze e la deposizione di una corona di alloro alla presenza di autorità civili e militari, reduci, associazioni e gli alunni di quinta elementare della scuola Ferrari.


Vai messaggio degli Ecc.mi Capitani Reggenti