Logo San Marino RTV

San Marino. La guida Michelin conferma la "stella" di Luigi Sartini

5 nov 2014
San Marino. La guida Michelin conferma la "stella" di Luigi Sartini
San Marino. La guida Michelin conferma la "stella" di Luigi Sartini
Anche nel 2015 la “stella Michelin”, il premio con cui la guida francese identifica i migliori ristoranti di un Paese, è un riconoscimento per la costanza, la coerenza e la solidità della cucina proposta da uni dei migliori cuochi d’Italia e della Romagna: Luigi Sartini. A confermare otto anni di lusinghiere valutazioni, ci ha pensato la nuova edizione della guida, presentata ieri a Milano e inserisce nelle sue pagine 338 ristoranti italiani (27 in Emilia Romagna), ponendo così la sua cucina esclusivamente alle spalle di quella francese.
“Essere stellati per un anno o due può essere il frutto di un exploit. Ma se la cosa continua e dura nel tempo, significa che il locale ha raggiunto la sua maturità – spiega Luigi Sartini chef del ristorante, gestito in sala dal maitre Giacomo Paganelli – e nel nuovo anno vogliamo avvicinare ancora più persone alla nostra cucina. Vogliamo che la nostra accoglienza sia sempre perfetta ma semplice e diretta. In una parla accessibile a tutti. Al centro della tavola c’è e ci deve essere il piatto. Il piacere di mangiare bene, anche molto bene, insieme con altre persone e in un ambiente gradevole”. Per Roberto Righi, rappresentante della terza generazione della famiglia sammarinese che dal primo dopoguerra gestisce il ristorante, è la conferma di un lavoro che arriva da lontano: “Il nostro locale rappresenta la storia e la tradizione della tavola a San Marino, ma cerchiamo sempre di migliorarci e presentare ai clienti delle novità. Per esempio, quest’anno abbiamo ottenuto grande successo con il catering. In molti ci scelgono per cene, banchetti e cerimonie. E per chi vuole gustare le ricette di Luigi, c’è anche la possibilità dell’asporto. Si ordina e si passa a ritirare il menù prescelto”. E nelle nuove proposte offerte da Luigi Sartini nel menù del ristorante, “Righi” cambia la carta per quattro volte l’anno con il succedersi delle stagioni, le ricette più apprezzate e richieste sono quelle che utilizzano ingredienti e materie prime autunnali. Si va dagli gnocchi di patate ripieni di Parmigiano con cardi e tartufo bianco, alla cotoletta di cervo con mirtilli a un sempreverde d’indivia e tartufo nero.