Logo San Marino RTV

Sanremo: protagonisti della terza serata sessant’anni di televisione

21 feb 2014
Sanremo: protagonisti della terza serata sessant’anni di televisione
Sanremo: protagonisti della terza serata sessant’anni di televisione
Giunta alla sua terza serata, la 64ª edizione del Festival di Sanremo ha confermato, nel bene e nel male, la sua cifra stilistica: una serie di interpreti e di canzoni scelti con coraggio, un lungo spettacolo nello spettacolo, forse troppo lungo, dedicato ai protagonisti di sessant’anni di televisione, una selezione di ospiti internazionali e di Nuove Proposte coraggiose, ma relegate a tarda ora, quando ormai solo gli affezionati del Festival resistono davanti al teleschermo.
La gara ha inizio da subito, dopo l’esilarante prologo di Pif, senz’altro il migliore in campo di questo Festival. Al termine di un toccante e schietto monologo di Luciana Littizzetto sulla bellezza nella diversità va in scena un flashmob di cantanti e ballerini camuffati da spettatori e personale di sicurezza che finge di interrompere il Festival, una mezz’ora con Renzo Arbore e con la sua orchestra italiana, il racconto dell’astronauta italiano Parmisano, lo stile di Damien Rice, ma a mezzanotte passata sarebbe stato senz'altro più efficace una proposta dance.
Al termine, la prima classifica provvisoria del televoto, non priva di qualche sorpresa. Guidano Renga e Arisa come da copione, ma Renzo Rubino è terzo, i Perturbazione, vera e propria sorpresa della serata confermata anche dalle prime classifiche discografiche, sono quarti, quinta la dance di Raphael Gualazzi e Sir Bob Corneluis Rifo, sesto quel Cristiano De Andrè che dovrebbe lottare con il complesso torinese per il premio della critica. Tra i giovani, passaggio del turno scontato per il rapper campano Rocco Hunt a sorpresa ce la fa anche The Niro.
I due qualificati stasera affronteranno Zibba e Diodato in quella che sembra la finale dei giovani dal più alto livello qualitativo in tutta la storia di Sanremo. I Campioni prendono un giorno di pausa dalla gara, proponendo al pubblico l’omaggio storiche canzone d’autore tra cui ci piace segnalare «Ho visto anche degli Zingari Felici» di Claudio Lolli, che finalmente, grazie a Riccardo Sinigallia e alle sue ospiti, approderà sul palco del Festival di Sanremo.