Logo San Marino RTV

Segreteria Trasporti: riforma aviazione civile, una normativa all'avanguardia

27 giu 2014
Segreteria Trasporti: riforma aviazione civile, una normativa all'avanguardia
Segreteria Trasporti: riforma aviazione civile, una normativa all'avanguardia
Il settore aeronautico, in continua crescita a livello internazionale, rappresenta una delle leve per il rilancio dell'economia sammarinese. Un settore all'interno del quale la Repubblica di San Marino si sta ritagliando un ruolo di primo piano, anche grazie alla riforma in materia di aviazione civile che è stata licenziata lunedì scorso dalla commissione finanze. Una normativa moderna e all'avanguardia, che non solo riunisce in un unico testo leggi e decreti già esistenti in materia, ma soprattutto si mette in linea con le normative internazionali e introduce quella snellezza burocratica necessaria per essere competitivi sul mercato internazionale.
Qualità e sicurezza le parole chiave di questa normativa che si uniforma alle migliori prassi internazionali e aderisce ai suggerimenti dell'Icao (Organizzazione internazionale per l'aviazione civile), che ha istituito un apposito protocollo per il monitoraggio, nei confronti degli Stati membri, di quegli elementi ritenuti critici per la sicurezza. Altrettanto importante la parte fiscale e burocratica del progetto di legge, che rende il Registro aeronautico sammarinese ancora più competitivo. Gli strumenti introdotti, dopo uno studio sulle normative a livello internazionale, creano un quadro di riferimento equiparato a quello degli altri stati europei e rendono il Registro sammarinese fortemente attrattivo per investitori internazionali. Si tratta di strumenti piuttosto tecnici e all'avanguardia, che hanno l'obiettivo di tutelare gli investitori e allo stesso tempo di escludere eventuali 'furbetti' dell'evasione fiscale.
Si tratta di una normativa, quindi, che rilancia il nome di San Marino come eccellenza nel mondo dell'aviazione e che contribuisce quindi non solo a uno slancio verso lo sviluppo economico, ma anche a una rinnovata reputazione internazionale del nostro Paese.

Comunicato stampa Segreteria Trasporti