Logo San Marino RTV

Sigarette elettroniche: 5 vittime in Usa ma non ci sono dati su effetti

il Post: i medici sconsigliano di fumare in ogni caso

8 set 2019
@ansa
@ansa

Salgono a cinque negli Stati Uniti le morti per insufficienza polmonare dovute con probabilità all'uso delle sigarette elettroniche. E le autorità sanitarie americane segnalano almeno 450 casi di malattie polmonari legata all'uso delle e-cig, in un crescendo di casi che nelle ultime settimane sta soprattutto portando allo scoperto una profonda lacuna: non ci sono dati sufficienti per poter avere un quadro completo degli effetti sulla salute delle sigarette elettroniche.

Per questo i Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC), tra i più importanti organismi sanitari degli Stati Uniti, hanno consigliato ai fumatori di sospendere l’utilizzo delle sigarette elettroniche, in attesa di comprendere le cause delle ormai centinaia di casi di crisi respiratorie registrate nelle ultime settimane negli ospedali, come riporta il Post. "Il numero di segnalazioni è più che raddoppiato in pochi giorni, rispetto alle precedenti stime." - scrive - L’aumento dei ricoveri e le morti sospette stanno facendo aumentare dubbi e preoccupazioni sulla sicurezza delle sigarette elettroniche, che dovrebbero offrire un’alternativa meno dannosa per la salute rispetto alle sigarette tradizionali. Quelle elettroniche funzionano scaldando un liquido, di solito contenuto in una piccola ampolla, fino a trasformarlo in vapore che può poi essere inalato. Il processo evita che si verifichi la combustione delle sostanze, come avviene invece con il tabacco nelle sigarette normali, riducendo quindi la quantità di sostanze cancerogene inalate.
In linea di massima il fumo di sigaretta elettronica è ritenuto meno pericoloso per la salute, ma comporta comunque rischi ed effetti nocivi ancora da comprendere. Il Post cita un editoriale della rivista scientifica The New England Journal of Medicine: "Gli sviluppi degli ultimi giorni sono definiti come il chiaro segno di “un’epidemia che richiede una risposta urgente”, da parte delle autorità sanitarie. Secondo i CDC, a causare i problemi polmonari potrebbe essere un particolare composto chimico, ma finora non è stato possibile identificare una sostanza o un prodotto".

Anche per questo motivo i medici sconsigliano di utilizzare le sigarette elettroniche fino a quando non saranno chiarite le cause dei problemi emersi nelle ultime settimane. Naturalmente, i medici sconsigliano di fumare in ogni caso: secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il fumo di tabacco causa la morte di oltre 8 milioni di persone ogni anno.