Logo San Marino RTV

Superenalotto, jackpot più alto del mondo: 91,2 milioni di euro

11 lug 2009
Superenalotto, jackpot più alto del mondo: 91,2 milioni di euro
Superenalotto, jackpot più alto del mondo: 91,2 milioni di euro
Pensiamo solo che la seconda vincita più alta del pianeta, quella messa in palio dall’Euromillions, non va oltre i 42 milioni di euro, meno della metà di quanto messo in palio dal concorso di casa Sisal. Sembrano invece quasi briciole i 38 milioni di dollari offerti dal Powerball o i 12 milioni del Mega Millions, le due popolari lotterie interstatali made in Usa.
Tra dieci giorni, se nessuno riuscirà a fermarlo, il jackpot che oggi vale poco più di 91 milioni diventerà la vincita più alta di sempre nella storia dei giochi in Italia, un primato che ad oggi appartiene ai 100,7 milioni finiti a Catania nell’ottobre dello scorso anno, ma che non sembra essere più così al sicuro, visto che la forbice è di appena 10 milioni. Davanti a tale montagna di soldi, la mente vola e si sbizzarrisce cercando di dare una risposta alla domanda: che cosa farei se intorno alle 20.30 mi ritrovassi in tasca 91milioni di euro?
Il mattone è sempre al primo posto. Snocciolando la classifica dei desideri, al secondo troviamo viaggi di ogni genere, gli esotici sono i più gettonati, ma sarebbero in tanti anche quelli che penserebbero di guardare la terra dallo spazio. Curiosità, sul gradino più basso del podio troviamo l’incredibile voglia dell’italiano medio di possedere una squadra di calcio. Il Real Madrid si è assicurato le prestazioni di Christiano Ronaldo per 93 milioni di euro, con una piccola aggiunta al budget molti italiani si toglierebbero lo sfizio di vederlo palleggiare nel proprio giardino. Le motorizzazioni scendono al quarto posto: yacht stellari, auto extra lusso. In molti rivedrebbero subito il proprio look, tanti anche i generosi che rivolgerebbero un pensiero agli indigenti. Tutto questo sempre che il cuore regga ad un'emozione simile se stasera improvvisamente vi svegliaste Paperon de Paperoni.

Lorenzo Giardi