Tragedia a Riccione. Un 22enne è stato trovato morto in un canale del Marano

8 lug 2012
Tragedia a Riccione. Un 22enne è stato trovato morto in un canale del Marano - -
Mancava da casa da quasi due giorni Vadim Piccione, cosa che aveva gettato nello sconforto sia la famiglia che gli amici. All’alba il suo corpo senza vita è stato notato da un passante, riverso nelle acque di un canale nella zona del Marano. Venerdì sera, il 22enne di origine bielorussa ma adottato da una coppia di Ravenna, era salito su un treno con almeno sei ragazzi, diretto in Riviera per la Notte Rosa. Una serata di festa, di divertimento sfrenato, poi qualcosa dev’essere andato storto. All’indomani Vadim risulta scomparso, a casa non è tornato, gli amici ne hanno perso le tracce. Il padre lancia, allora, l’allarme, nella speranza che il figlio sia in giro chissà dove, vivo. Così non è. L’uomo è subito accorso sul posto e non ha potuto far altro che constatarne la morte. Sul corpo del giovane nessun segno visibile che possa spiegare il decesso. Esclusa anche un’aggressione a scopo di rapina: aveva indosso sia il portafoglio che la catenina d’oro. Bisognerà, dunque, attendere l’esito dell’autopsia. Di certo si sa che Vadim non sapeva nuotare. Così ha riferito il padre ai Carabinieri di Riccione, ma stando alle prime valutazioni del medico legale, non si è trattato di morte da annegamento. Gli amici, ascoltati dai militari, non hanno saputo fornire indicazioni utili alle indagini; hanno solo detto di averlo perso di vista più volte durante la serata. Nessuno immaginava, comunque, un epilogo così tragico.

Silvia Pelliccioni-