Logo San Marino RTV

Tragedia a Rimini: 34enne getta la nonna dal balcone

8 giu 2008
La Polizia sul luogo della tragedia
La Polizia sul luogo della tragedia
Alle 7.30 di mattina Maurizio del Bianco ha ucciso la nonna Natalina Angeli e l’ha gettata dal balcone. L’ha colpita con pugni e una scopa mentre dormiva; poi l’ha gettata dal balcone del primo piano come fosse un vecchio straccio. La vittima, di 93 anni, era sua nonna, il carnefice un nipote trentaquattrenne senza amici, con un lavoro saltuario, violento e mentalmente disturbato. Da tempo terrorizzava i condomini della palazzina di Via Cuneo, dove viveva con la madre e la nonna. Una storia dove il disagio e la follia si intrecciano, uscendo dalla porta chiusa di un appartamento e riversandosi nei corridoi di uno stabile all’apparenza tranquillo. Maurizio Del Bianco era l’incubo dei suoi vicini di casa che dovevano difendersi quotidianamente dai suoi attacchi d’ira e dalle sue minacce. A nulla erano servite le denunce presso i Carabinieri. L’uomo era da tempo sofferente di un forte disturbo psichico - una schizofrenia paranoica - ed era in cura al servizio d’igiene mentale all’Ausl di Rimini. Ma nonostante questo, hanno raccontato i vicini, la madre si sentiva abbandonata da tutti. All’interrogatorio è apparso calmissimo, freddo, come se nulla fosse successo. Per molti una tragedia annunciata.