Logo San Marino RTV

Truffa alla UE: coinvolta IGS di Serravalle

17 giu 2005
Truffa alla UE: coinvolta IGS di Serravalle
Risulta ancora attiva all’Ufficio industria l’IGS srl, Impianti Generale Servizi, che ha sede legale ed operativa in via Marino Moretti 23 a Serravalle. La società fu costituita il 7 ottobre 1998 e un mese dopo, il 3 novembre, ottenne il riconoscimento giuridico dal Tribunale. La data del primo rilascio di licenza per l’avvio dell’attività risale al 2 febbraio 1999, poi la società trasferì la sua sede in quella attuale, a Serravalle, ed ottenne l’ultimo rilascio il 29 marzo 2000. Al numero telefonico della società, però, è inutile chiamare: nessuno risponde. Dopo aver appreso la notizia del presunto coinvolgimento della società nella colossale truffa milionaria ai danni dell’Unione Europea, sono stati avviati accertamenti per far luce sulla vicenda. L’oggetto sociale dell’azienda riguarda infatti progettazione e installazione di impianti industriali e civili, ma anche manutenzione di aree verdi, verniciatura e pulizia industriali e civili, commercio di beni inerenti. Ma secondo la Guardia di Finanza cagliaritana, dalla società del Titano, assieme ad un’altra di Malta, sarebbero partite le fatture false, per almeno 11 milioni di euro, e confluiti una parte degli illeciti guadagni. Sempre secondo l’accusa gli imprenditori coinvolti in Gold Fish, a fronte dell’avvio di modesti impianti di allevamento di pesce, peraltro a forte impatto ambientale, avrebbero intascato oltre 32 milioni di euro di contribuzioni dall’Unione Europea. Le indagini avrebbero subito anche un intoppo una volta giunte a San Marino: per cui è assai probabile l’invio, nei prossimi giorni, di una rogatoria internazionale per ottenere più informazioni.