Logo San Marino RTV

Ucraina: verso la liberalizzazione dei visti

5 mar 2016
La corrispondente Victoria PolischukUcraina: verso la liberalizzazione dei visti
Ucraina: verso la liberalizzazione dei visti - La Commissione europea prevede di prendere in considerazione l'abolizione del regime dei visti con l...
La Commissione europea prevede di prendere in considerazione l'abolizione del regime dei visti con l'Ucraina e la Georgia, contemporaneamente nel mese di giugno. Lo ha annunciato l'addetto stampa della delegazione dell'UE in Ucraina. Tuttavia, ha spiegato che l'UE ha presentato diverse condizioni per la liberalizzazione dei visti per questi paesi. Il problema principale per l'Ucraina per l'abolizione dei visti è lotta contro la corruzione considerata inefficiente.
Giovedi 3 marzo, il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, nel suo discorso a L'Aia ha detto che per almeno 20 anni l'Ucraina avrà bisogno di far parte dell'Unione europea o della NATO. Tuttavia, molti esperti ucraini sono d'accordo con lui confrontando la situazione dell' Ucraina con un paese come la Croazia, che ha impiegato 10 anni per diventare parte dell'Europa.
La pilota ucraina Nadia Savchenko ha annunciato giovedì uno sciopero della fame e della sete perchè il tribunale russo di Donetsk ha deciso di aggiornare al 9 marzo il processo che vede l’ex pilota accusata di aver fornito le coordinate per i tiri di mortaio che nel 2014 uccisero due reporter russi nel Donbass.
La pubblica accusa ha chiesto 23 anni di reclusione per la donna, che si dice innocente e sostiene di essere stata catturata dai separatisti prima della morte dei due giornalisti russi. Adesso dice che vuole tornare in Ucraina viva o morta che sia.
Commentando il suo sciopero della fame e della sete, il Presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko ha promesso che avrebbe personalmente "raddoppiare gli sforzi per il suo ritorno in patria."
Grazie agli sforzi del presidente questa settimana Maria Varfolomeyeva è stata rilasciata. La donna è una giornalista pro-ucraina di Luhansk che è stato tenuta prigioniera da miliziani per più di un anno.