Logo San Marino RTV

Uniti per vincere: Protezione Civile e Corpi di polizia ricordano i difficili momenti dell'emergenza Covid

Numorose le attività svolte da chi era in prima linea, dall'assistenza alla popolazione fino ai controlli da parte delle forze dell'ordine

2 lug 2020

Il capo della Protezione Civile, Fabio Berardi, in un'intervista a Rtv torna indietro, con la mente, al momento peggiore della pandemia, durante il lockdown. Coronavirus che ha colpito anche lui, in isolamento per un lungo periodo. Ma oltre l'emozione, è stato un lavoro continuo per dare supporto alla popolazione. Oltre 2400 le assistenze, dalla consegna di medicinali alla spesa a domicilio. 271 i volontari impegnati, compresi i militi e i membri della Croce Rossa. Tra gli altri interventi, anche 120 sopralluoghi negli edifici pubblici.

Nell'ultima conferenza stampa del Gruppo di coordinamento per le emergenze i comandanti di Gendarmeria, Polizia Civile e Guardia di Rocca, Maurizio Faraone, Amedeo Paganelli e Massimo Ceccoli, si sono soffermati sullo spirito di collaborazione tra forze dell'ordine. Un impegno in prima linea, ai confini e sul territorio, che ha portato a 170mila controlli, 120mila autocertificazioni raccolte e oltre 20mila telefonate a chi era in quarantena. Sul fronte degli accertamenti sulle attività economiche, 130 le contravvenzioni poi trasformate in sanzioni pecuniarie amministrative.

Nel servizio, le interviste a Fabio Berardi (capo Protezione Civile San Marino) e a Maurizio Faraone (comandante Gendarmeria)