Logo San Marino RTV

Le vacanze degli italiani: i sondaggi sono discordanti

3 giu 2008
Spiaggia
Spiaggia
Questa estate quasi la metà degli italiani non andranno in vacanza. Motivo? Il portafoglio vuoto. Lo rivela una indagini realizzata da Federalberghi, diffusa all’indomani delle rivelazioni dell’Istat, secondo cui metà delle famiglie del belpaese vive con un reddito inferiore a 1.900 euro al mese. Durante l’anno, dice Federalberghi, è sempre più difficile mettere da parte il denaro per le vacanze. Le famiglie che ancora possono permettersi le ferie, puntano sui camping, dove la richiesta è del 5% in più degli altri anni. C’è poi chi partirà nei mesi di giugno, luglio o settembre, per risparmiare sui pacchetti vacanza dal 30% al 50%. Altri, invece, attenderanno qualche vantaggioso “last minute”. Insomma, sempre più italiani aspettano le offerte come al supermercato per sperare in un breve periodo di vacanza “scontato”. Lo scorso anno in 12 milioni rinunciarono alle ferie e questa estate, conclude Federalberghi, lo farà quasi metà degli italiani.
Invece, secondo l’indagine commissionata da “Europa Assistance”, quest’anno la vacanza degli italiani sarà di una sola settimana, molto più costosa dell’anno scorso, di puro relax al mare, probabilmente all’estero ma sempre all’interno dell’Europa.
In ogni caso, gli italiani, a rinunciare alla vacanza non ci pensano proprio e guidano la classifica europea del Paese in cui è maggiore la fetta di popolazione che andrà in villeggiatura. Secondo questa ricerca ad andare in vacanze sarà il 77%, contro il 74% dei francesi e il 67% degli inglesi. L’Italia registra anche il record del Paese in cui il budget destinato alle vacanze è aumentato di più nel 2008. Difficile, a questo punto, capire cosa faranno questa estate gli italiani. Dipende dai sondaggi e questi non saranno sicuramente gli ultimi.