Logo San Marino RTV

1.700 firme per salvare la Chiesa di San Francesco

12 set 2016
Chiesa di San Francesco
Chiesa di San Francesco
Presentata oggi agli Ecc.mi Capitani Reggenti Gian Nicola Berti e Massimo Andrea Ugolini la petizione con la quale un ampio numero di cittadini sammarinesi si appella agli ordini ecclesiali e alle Autorità Istituzionali in relazione al provvedimento che dispone la partenza da San Marino dell’Ordine dei Frati minori e la chiusura del Convento di San Francesco.
Alla presenza dei Segretari di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini e per la Cultura, Giuseppe Maria Morganti e dei Membri del Comitato promotore composto, tra l’altro, anche da giovani legati ai Frati Francescani dall’amicizia e dall’attività sportiva condivisa con Padre Giuliano, sono state presentate le oltre 1.700 firme raccolte in una sola settimana, a conferma del forte attaccamento dei sammarinesi alla presenza dell’Ordine religioso più antico in Repubblica, che data il suo primo insediamento a metà del XIII secolo.
La petizione, portata a conoscenza in più punti del territorio, unitamente ai moduli per la raccolta firme, ripercorre le ragioni per le quali si vuol mantenere vivo un presidio storico, culturale e religioso particolarmente radicato in Repubblica e intende in primis sottolineare quanto sia importante mantenerne memoria, patrimonio archivistico e documentale di indiscusso valore oltre che, ovviamente, poter continuare ad ospitare i Frati, che da sempre sono parte integrante della comunità sammarinese, al cui servizio hanno offerto un’azione plurisecolare di proficuo apostolato.
Si rilevano inoltre l’opportunità di non rimuovere l’unica presenza francescana all’interno di uno Stato indipendente, così come sentimenti di amarezza e delusione per essere venuti a conoscenza del provvedimento soltanto all’indomani della sua emanazione.
La presentazione dell’iniziativa del gruppo promotore alle LL.EE. rappresenta il più alto adempimento istituzionale voluto dai tanti sammarinesi a sostegno della propria forte motivazione; il prossimo passaggio sarà l’inoltro della petizione e delle relative firme all’Ordine Ecclesiale e alle Autorità di competenza, nell’auspicio di un positivo accoglimento dell’accorato appello.
Si ringrazia fin da ora per un’adesione corale davvero straordinaria, che ben mette in luce, tra l’altro, la capacità dei sammarinesi di unirsi e “fare squadra” nelle cause riconducibili al profilo identitario dell’antica Repubblica.

Comunicato stampa