Logo San Marino RTV

31 maggio: Giornata mondiale contro il fumo

OMS: “Scegli la salute non il tabacco”

28 mag 2019
31 maggio: Giornata mondiale contro il fumo

Il 31 maggio di ogni anno ricorre la giornata mondiale contro il fumo, il #NoTobacco day״, promossa a livello globale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Quest’anno il tema scelta dall’OMS per la campagna è “Non lasciare che il fumo ti lasci senza fiato – Don’t let tobacco take your breath away”. L’invito esplicito dell’OMS è di “scegliere la salute, non il fumo” in quanto il tabacco e quindi il fumo è quanto più lontano dalla salute. Da numerosi studi è dimostrato che il fumo di tabacco è il più importante fattore di rischio prevenibile per la salute ed è causa o concausa di molteplici malattie, da quelle cardiovascolari alle malattie polmonari e alle patologie neoplastiche. Il rischio correlato al fumo è strettamente dipendente dall’età di inizio e alla durata di tale abitudine. Il fumo è responsabile del 50% di tutti i decessi evitabili nei fumatori e di questi la metà è di natura cardiovascolare. Il fumo infatti favorisce, tra le altre cause, lo sviluppo dell’aterosclerosi promuovendo fenomeni trombotici e infiammatori e alterando la funzione delle piastrine. Le principali malattie cardiovascolari prodotte dal fumo sono: sindrome coronarica acuta e quindi infarto del miocardio, morte improvvisa, ictus cerebrale, aneurisma dell’aorta, arteriopatia degli arti inferiori. Il rischio di eventi cardiovascolari fatali dopo 10 anni è quasi doppio nei fumatori rispetto ai non fumatori e il rischio relativo nei fumatori al di sotto dei 50 anni è cinque volte superiore. Chi fuma ha una probabilità doppia di essere colpito da infarto miocardico e una aspettativa di vita di circa 10 anni inferiore rispetto a chi non fuma. Anche il fumo passivo è dannoso e si stima che aumenti il rischio di malattia cardiovascolare del 30%. In base ai dati sammarinesi, rispetto ai 244 decessi registrati nel 2018, circa un terzo del totale sono stati causati da patologie in cui è dimostrato l’aumento del rischio dovuto al fumo. E pazienti fumatori o ex fumatori sono anche la maggioranza di quelli attualmente in terapia per le principali malattie tumorali. Nel 2018 infatti, su 16 pazienti seguiti (12 maschi e 4 femmine) per il tumore al polmone, tutti risultano fumatori o ex fumatori. Anche per tumori quali vescica, cavo orale ed esofago, i cinque pazienti sammarinesi risultano in maggioranza fumatori o ex. Secondo i dati della FCTC (Framework Convention for Tobacco Control dell’OMS), la popolazione di San Marino nel 2012 presentava una prevalenza di fumatori nella popolazione con più di 15 anni del 15,2% con percentuali più alte tra gli uomini (16,6%) rispetto alle donne (14,4%) soprattutto nella fascia d’età 25-54 anni. Sul Titano, inoltre, circa il 27% dei ragazzi tra i 13 e i 15 anni ha provato a fumare sigarette e l’11% le fuma abitualmente. Per quanto riguarda i più giovani, l’indagine periodica condotta sugli studenti di 3° Media e del biennio delle Scuole Superiori da parte dell’Authority Sanitaria (dati 2014) evidenzia che il 27,9% degli oltre 500 studenti tra i 13 e i 15 anni ha fumato almeno una volta e che di questi il 13% circa è rimasto fumatore. Inoltre è emerso che tra i non fumatori, il 35,8% ritiene che potrebbe iniziare a fumare in futuro. Diviene quindi fondamentale aumentare la sensibilizzazione contro il fumo. I risultati delle ricerche scientifiche, infatti, evidenziano come smettere di fumare non è mai troppo tardi. Alla cessazione del fumo, entro i primi sei mesi si verifica una diminuzione significativa della morbosità e nell’arco di 10 anni il rischio di malattie cardiovascolari si avvicina a quello di chi non ha mai fumato. Smettere di fumare è quindi in termini di costo/efficacia la strategia più vantaggiosa per prevenire le malattie cardiovascolari, numerose forme di neoplasie e patologie dell’apparato respiratorio. In occasione della giornata mondiale contro il Fumo, la Segreteria di Stato alla Sanità e l’Istituto per la Sicurezza Sociale hanno previsto una campagna con la diffusione di manifesti in tutte le strutture dell’ISS e nelle Sale dei Castelli della Repubblica. La campagna sarà rilanciata anche sui profili social istituzionali utilizzando l’hashtag #NoTobacco e i manifesti saranno distribuiti anche nelle Scuole Medie e Superiori, all’Università degli Studi della Repubblica di San Marino e tramite il CONS alle Federazioni sportive, per sensibilizzare soprattutto le fasce giovani della popolazione. Inoltre, in occasione della giornata, sarà organizzato un punto informativo all'ingresso dell'ospedale con lo scopo di informare e sensibilizzare le persone che transitano sui pericoli e rischi legati al fumo. Per l’occasione sarà presente dalle ore 8 alle 13,30 il personale della Pneumologia per fornire informazioni ai cittadini e assistiti.