Logo San Marino RTV

5 GIUGNO: La tutela dell'ambiente al centro di numerosi progetti

4 giu 2016
Antonella Mularoni
Antonella Mularoni
Il 5 giugno ricorre la Giornata Mondiale dell’Ambiente, istituita dall’Assemblea Generale dell’ONU nel 1972 e divenuta da anni l'occasione per sensibilizzare la comunità mondiale su modelli di consumo e di produzione all'insegna della sostenibilità ambientale. Un'espressione, quest'ultima, che rappresenta una grande sfida sia per chi è chiamato a dettare le linee politiche che per la società civile, oggi sempre più attenta alle problematiche che impattano sull'ambiente e di conseguenza sulla salute ed il benessere dei singoli. Rientrano in quest'ottica gli impegni che San Marino ha assunto a livello internazionale con l'approvazione, lo scorso mese di settembre, dell'Agenda ONU 2030 per uno sviluppo sostenibile che enumera, tra i 17 obiettivi strategici, la promozione di una gestione sostenibile dell'acqua, di fonti energetiche affidabili e sostenibili, di misure di contrasto ai cambiamenti climatici e alla perdita della biodiversità. San Marino figura inoltre tra gli oltre 150 Paesi che hanno firmato a New York lo scorso mese di aprile l’Accordo sul Clima di Parigi, impegnandosi in tal modo ad adottare politiche che scongiurino l’aumento della temperatura oltre 1,5 gradi centigradi. Egualmente importante è l'attività che la Segreteria sta svolgendo nell'ambito del Progetto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Health 2020, la politica europea per la salute ed il benessere, che prevede collaborazioni intersettoriali per assicurare un miglior stato di salute della popolazione. Nel rispetto di tali impegni internazionali la Segreteria di Stato per il Territorio e l'Ambiente da tempo sta portando avanti diverse iniziative che, nel promuovere lo sviluppo del Paese, tengono in grande considerazione la tutela dell'ambiente e il benessere della popolazione.

La riqualificazione energetica ed impiantistica degli edifici è il focus del Decreto Delegato che verrà approvato entro l'estate. Il nuovo Decreto introdurrà importanti novità per gli edifici a "emissioni quasi zero", incentivi di carattere edilizio, in caso di acquisti di apparecchiature a basso consumo e per gli impianti fotovoltaici. Scopo principale del decreto è creare un sistema organico di strumenti incentivanti per il recupero del parco edilizio esistente attraverso la promozione di opere di riqualificazione. Questo Decreto fa seguito alle altre norme adottate negli ultimi anni in materia di efficientamento energetico, che hanno portato San Marino tra i primissimi posti in Europa per produzione di energia da fotovoltaico pro capite.

In materia di produzioni biologiche è stato avviato lo studio per allineare la normativa interna a quella comunitaria, aggiornando ed integrando il quadro vigente. La volontà della Segreteria, condivisa da numerosi operatori del mondo agricolo, è promuovere un'agricoltura che incentivi i procedimenti più adatti a rispettare ed utilizzare le leggi biologiche degli esseri vegetali e animali. Parlando di filiere biologiche si dà anche un ulteriore valore aggiunto: l’agricoltura biologica infatti non è solo un metodo produttivo ma anche un modello di sviluppo rurale che si propone di tutelare e valorizzare l’ambiente e le risorse naturali. Il percorso di riconversione delle produzioni non sarà semplicissimo ma una San Marino completamente bio è un sogno che si può realizzare.

Mobilità sostenibile, ovvero un trasporto, sia pubblico che privato, che rispetti l’ambiente e non produca emissioni nocive è un ulteriore ambizioso progetto a cui si sta lavorando. In quest'ottica sono stati avviati contatti e studi per creare una rete infrastrutturale ed organizzativa che porti a centrare tale obiettivo. Gli ambiti di lavoro riguardano sia interventi sul parco auto dello Stato che la creazione di una rete di colonnine pubbliche finalizzate ad un turismo elettrico. A tal fine si sta promuovendo l'opportunità di dotazione di colonnine elettriche negli alberghi e ristoranti. E' inoltre allo studio una legge per l'acquisto di auto elettriche che preveda la monofase agevolata per l’acquisto di auto a zero emissioni da parte dei privati, l'eliminazione del bollo e l'introduzione di un ecobonus per auto a basse emissioni. Infine, prosegue l'impegno per migliorare, integrare e completare con nuovi tracciati gli itinerari ciclo-pedonali esistenti con lo scopo di collegarli in un unico circuito che unisca le varie parti del territorio.

La legge di riforma del Testo Unico delle Leggi Urbanistiche ed Edilizie, per la quale è in corso l'iter consiliare, è un importante intervento di revisione, semplificazione e integrazione della normativa vigente che ha come obiettivo ultimo assicurare un’alta qualità della vita, anche attraverso una corretta gestione delle politiche territoriali e la riqualificazione del patrimonio edilizio. Rientra in quest'ottica anche il conferimento all’arch. Stefano Boeri dell’incarico professionale per la redazione del nuovo piano urbanistico della nostra Repubblica, che andrà a sostituire il vigente Piano Regolatore Generale. La volontà è quella di predisporre uno strumento urbanistico moderno e all’avanguardia, che promuova anche la coesione sociale a fianco dello sviluppo economico. In ragione della grande valenza del progetto, anche in questo caso saranno assicurati massimo confronto e condivisione. Sempre dal punto di vista del recupero urbanistico, sono in fase di ultimazione i lavori per il recupero di aree e immobili di valore storico e culturale (Logge dei Volontari, Galleria Montale, Casa Franciosi in Contrada Omerelli).

Anche per l'installazione delle nuove Stazioni Radio Base, che permetteranno alla Repubblica di porre fine a breve ai problemi di telefonia mobile e trasmissione dati in mobilità, si è lavorato ad un progetto che assicurasse la massima copertura con la minima esposizione ai campi elettromagnetici, tenuto conto che la tecnologia 4G/LTE è ben più impattante quanto a possibili rischi sulla salute.

La Segreteria di Stato per il Territorio e Ambiente coglie l’occasione per ringraziare sentitamente tutti gli uffici e tutto il personale che si occupano quotidianamente di assicurare alla popolazione la miglior tutela dell’ambiente e dunque della salute.

Comunicato stampa
Segreteria di Stato Territorio