Logo San Marino RTV

Ap ad Atene al Consiglio del Partito Democratico Europeo

6 giu 2016
Ap ad Atene al Consiglio del Partito Democratico Europeo
Ap ad Atene al Consiglio del Partito Democratico Europeo
Si è svolto ad Atene Giovedì e Venerdì scorso (2 e 3 Giugno) il periodico appuntamento del Consiglio del Partito Democratico Europeo di cui Alleanza Popolare è membro fondatore sin dal 2004.
La delegazione sammarinese formata da Fabio Toccaceli e Diego Ercolani ha incontrato la “famiglia democratica” che si è allargata ufficilamente a Portogallo, Canarie, Croazia e Grecia portando a 13 il numero delle nazioni europee afferenti al PDE.
Si è subito dibattuto sullo stato dell'Unione Europea, passando in rassegna la situazione nelle singole nazioni. Gli elementi salienti emersi dal dibattito sono sicuramente la necessità di affrontare la perdurante crisi con una maggiore coesione dei paesi del bacino europeo, che però le derive demagogiche sembrano respingere. Altro elemento il fatto che gli organismi europei sembrano essere troppo lontani dalla cittadinanza che deve essere maggiormente informata e resa partecipe di quello che succede a Bruxelles. Caso eclatante quello dell'accordo di interscambio doganale europeo-americano TTIP che, nato con l'obiettivo di favorire lo sviluppo economico legato all'interscambio con gli Stati Uniti, è praticamente ignoto ai cittadini europei lasciando spazio a facili manipolazioni demagogiche.
Altro elemento la questione del referendum britannico sulla uscita dall'Unione Europea (Brexit). Il PDE guarda con preoccupazione questo evento che cambierà lo scenario europeo, qualunque sarà il risultato e potrebbe fare tornare indietro di decenni la strada verso gli “Stati Uniti di Europa”.
Giro d’orizzonte politico per tutti i rappresentanti degli Stati membri presenti, durante il quale sono state descritte le varie situazioni politiche locali, fissati obiettivi programmatici e si è convenuti sul fatto che occorra affrontare le problematiche, regionali e continentali, non come crisi ma come opportunità per poterle risolvere attraverso azioni concrete.
La nostra delegazione ha delineato il quadro politico sammarinese ed ha presentato ufficialmente le finalità e le prospettive del progetto politico #repubblicafutura, come nuovo riferimento per l’area di centro, liberale e riformatore.
Una sessione del Consiglio è stata poi dedicata ad esaminare la particolare situazione economica greca e il suo attuale sviluppo potendo confrontarsi in sessione plenaria con due esponenti di primo piano: Dimitris Malliaropulos, Capo economista della Banca di Grecia e Harry Theoharis, ex Segretario Generale delle Entrate Pubbliche presso il Ministero delle Finanze Greco.
La situazione greca subisce inevitabilmente gli effetti della contrazione economica, ma anche di una gestione non oculata della cosa pubblica e di un apparato statale troppo pesante. Questa situazione è ulteriormente appesantita dagli effetti di un flusso migratorio dai territori di guerra mediorientali senza precedenti. La Grecia chiede all'Europa una maggior condivisione dei problemi e sostegno.