Logo San Marino RTV

Beth Misner, co – fondatrice di BNI e presidente di BNI Foundation, ospite del Palace Hotel di San Marino

19 ott 2019
Beth Misner, co – fondatrice di BNI e presidente di BNI Foundation, ospite del Palace Hotel di San Marino

In che modo l’imprenditoria può aiutare le nuove generazioni a crescere, formarsi e diventare competitive nel mercato globale? Di queste tematiche si è discusso nei giorni scorsi al Palace Hotel di San Marino, che ha ospitato in esclusiva Beth Misner, co-fondatrice di BNI (il più grande network mondiale per imprenditori e professionisti) e presidente di Bni Foundation, organizzazione attiva in numerosi Paesi con progetti educativi e formativi, anche in chiave solidale, rivolti ai giovani. A dialogare con Beth Misner, che il 12 ottobre scorso è salita sul palco di San Patrignano come speaker del TEDxCoriano, c’erano Romano Ugolini, Davide Venturi e Paola Aronne, dell’associazione Resilienza Territoriale, Enrico Fantaguzzi, ideatore di Linkaut, e Antonio Carasso, socio del gruppo Ambienthotels. Misner ha illustrato ai presenti i progetti attivati tramite BNI Foundation. “BNI Foundation ha la sua base operativa in Texas: quello che però stiamo cercando di fare è esportare la filosofia e la mission della fondazione anche al di fuori dei confini americani, in altri territori, in Italia ma anche a San Marino. Il vostro Paese, da questo punto di vista, ci sta dando grandissime soddisfazioni: qui da voi abbiamo trovato un terreno molto fertile e gli imprenditori hanno dimostrato di avere un cuore grandissimo e di saper essere molto generosi quando si tratta di progetti di solidarietà. Si può quasi dire, paradossalmente, che siete stati voi italiani a insegnarmi il vero spirito di BNI Foundation”. Misner si è anche soffermata sull’appuntamento con il TEDxCoriano, che l’ha vista protagonista in qualità di speaker. Tutti mi conoscono come una business woman, una donna in carriera, ma la verità è che dentro sono ancora una bambina con le stesse fragilità di allora. Da piccola ho sofferto di problemi relazionali comuni a molti adolescenti: vere e proprie esplosioni di rabbia e violenza emotiva che riversavo in alcune situazioni particolari della mia vita. Sarà su questi aspetti che farò leva per cercare di stabilire una connessione con gli spettatori di TEDx, in particolare quelli più giovani”. “Resilienza Territoriale – ha spiegato Romano Ugolini, organizer del TEDx Coriano e Ceo di Ecoarea - è una no profit nata da una geniale intuizione di Davide Venturi e Paola Aronne, che ringrazio personalmente. In qualità di vice presidente dell’associazione, ho deciso di imbarcarmi con grandissimo entusiasmo in questa avventura, ormai diventata un realtà consolidata. Le parole ‘resilienza’ e ‘territoriale’ da sole danno l’idea di quali sono i nostri obiettivi. Dopo 10 anni l’Italia non è ancora uscita dalla crisi economica: le aziende che lavorano con l’estero sono le uniche ad avere dei bilanci favorevoli. Anche qui in Riviera, territorio a forte vocazione turistica, le difficoltà sono ancora evidenti, in quanto forse non abbiamo capito che la stagione non dura solo tre mesi, bensì tutto l’anno. Noi abbiamo deciso di lavorare a stretto contatto con le scuole perché vorremmo dare alle future generazioni l’opportunità di cambiare le cose. Il tasso di disoccupazione giovanile nel nostro Paese è uno dei più alti d’Europa, mentre migliaia di cervelli ogni anno lasciano la loro casa per cercare fortuna all’estero. Noi vorremmo far capire alle imprese, anche quelle piccole che operano in un contesto locale, che quella sui giovani è una scommessa vincente; che investire nelle nuove generazioni è la scelta giusta da fare per ritrovarsi, tra qualche anno, con personale formato e pronto a competere sul mercato globale. Sono tantissimi i progetti e i laboratori attivati con le scuole e che vedono anche il coinvolgimento di imprenditori”.

Comunicato stampa
TEDxCoriano