Logo San Marino RTV

Caos targhe: a rischio 5.800 frontalieri

4 apr 2019
Caos targhe: a rischio 5.800 frontalieri

L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di San Marino, a conoscenza dei ripetuti interventi da parte delle Autorità, delle parti sociali e delle Associazioni di categoria, auspica che si possa addivenire in tempi rapidi ad una soluzione per quanto riguarda la problematica derivante dalla rigida applicazione del c.d. “decreto sicurezza” da parte delle Autorità italiane che, da troppo tempo, crea ostacoli al regolare svolgimento dell’ordinaria attività da parte di molte imprese sammarinesi che si trovano ad affidare quotidianamente i propri automezzi a lavoratori dipendenti residenti in Italia (frontalieri). L’Ordine esorta le Autorità competenti, sia sammarinesi che italiane, e le associazioni sindacali a farsi parte diligente nel risolvere concretamente e nel brevissimo tempo la problematica, in ragione della contiguità del territorio sammarinese situato all’interno del territorio italiano, che il numero dei frontalieri supera le 5.800 unità e che occorre non precludere la possibilità ai lavoratori italiani e alle realtà sammarinesi a proseguire nei rapporti di lavoro a causa di una norma che origina da tutt’altra ratio. L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili auspica che le Autorità competenti possano addivenire quanto prima ad un soluzione condivisa che consenta il ripristino del regolare svolgimento dell’attività di molte aziende sammarinesi e rimuova gli ostacoli normativi che al momento creano significativi danni economici, minano la sopravvivenza delle stesse aziende e determinano un possibile licenziamento del personale dipendente non residente a San Marino. Il decreto sicurezza – la cui ratio certamente non intendeva comprendere tali situazioni - crea inoltre non poche preoccupazioni all’interno delle famiglie miste sammarinesi e italiane laddove, in ragione della diversa nazionalità è di fatto precluso l’utilizzo dell’auto al famigliare e ai figli che si trovano ad avere (per esempio per motivi di studio) la residenza in Italia, situazioni anch’esse meritevoli di tutela . L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di San Marino