Logo San Marino RTV

Commissione Pari opportunità soddisfatta per legge quadro su disabilità

14 mag 2015
Commissione Pari opportunità soddisfatta per legge quadro su disabilità
Finalmente si parla di disabilità, non più con toni o frasi di circostanza rivolte a un gruppo di persone da emarginare e nascondere, ma come una risorsa per la nostra società. A seguito dell'approvazione in consiglio grande e generale della legge quadro sull'inclusione delle persone con disabilità, il Governo sta preparando norme per dare la possibilità alle persone disabili l'utilizzo degli strumenti necessari volti ad ottenere la piena pari opportunità di vita scolastica, sociale e lavorativa.
La Commissione Pari Opportunità vuole ringraziare La Segreteria di Stato per l'istruzione per il testo di legge sull'inclusione scolastica prodotto e soprattutto ringrazia il Segretario di Stato Morganti e il suo staff per aver fatto emergere uno dei problemi ricorrenti che una famiglia con un bambino disabile affronta annualmente durante la frequenza scolastica, la continuità didattica e la formazione specifica degli insegnanti di sostegno.
Cavallo di battaglia da anni delle associazioni legate al settore della disabilità, finalmente viene riconosciuto come aspetto fondamentale per l'inclusione scolastica.
Altro punto fondamentale che questo decreto persegue è relativo alla famiglia, parte integrante e focale per la crescita e lo sviluppo del bambino disabile e non più concepita come semplice spettatore nel piano educativo.
Un plauso particolare da parte della Commissione, inoltre, è per aver accolto sia tutte le proprie osservazioni al decreto ma anche quelle delle forze politiche, sindacali e soprattutto delle associazioni, poiché evidenzia che un settore così sensibile è supportato e condiviso da tutta la società civile e dalla politica.
Il nostro augurio è che tale decreto possa entrare in vigore entro il mese di giugno per rendere efficace la parola continuità scolastica. A giugno l'anno scolastico terminerà e molti genitori vivono l'ansia di conoscere se avranno anche per il prossimo anno la stessa figura di insegnante di sostegno che condivide con loro un percorso di vita, di strategia allo studio, di piccoli miracoli.
La commissione pari opportunità si augura inoltre che anche nel mondo del lavoro le persone disabili possano vedere un miracolo e una vera inclusione. Non più tolleranza ma identificazione di vera risorsa.
Patrizia gallo
Coordinatore
Commissione pari opportunità