Logo San Marino RTV

Il Consiglio approva all'unanimità l'istituzione della giornata nazionale della disabilità intellettiva e/o relazionale

21 apr 2017
Il Consiglio approva all'unanimità l'istituzione della giornata nazionale della disabilità  intellettiva e/o relazionale
La Segreteria di Stato per la Sanità e la Sicurezza Sociale insieme alla Commissione Sammarinese per l’attuazione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità – CSD ONU ha avviato l’iter per istituire la Giornata Nazionale della Disabilità intellettiva e/o relazionale con un Ordine del Giorno presentato durante l’ultimo Consiglio Grande Generale dal consigliere Mirko Tomassoni e sottoscritto da tutte le forze politiche.
Istituire questa giornata nazionale il 2 dicembre, il giorno prima della Giornata Internazionale della Persona con Disabilità indetta dalle Nazioni Unite, prevista il 3 dicembre, che San Marino celebra da 10 anni, è un segnale forte di una nuova consapevolezza, attenzione e riconoscimento da parte di tutte le Istituzioni e servizi del nostro Paese nei confronti della disabilità cognitiva e, in particolare, verso quelle persone che oggettivamente hanno più bisogno di sostegno.
Oggi è ancora più che mai fondamentale insistere per raggiungere quanto prima l’obiettivo di diffondere a San Marino una cultura del rispetto della disabilità basata sui diritti umani, coerente con la Convenzione ONU sui diritti delle Persone con Disabilità (CRPD) affinchè ognuno di noi possa sentire di fare parte di una collettività veramente inclusiva.
La CRPD ci indica la strada da percorrere e ci indica che le condizioni di disabilità gravi diventano tali in molti casi, soprattutto se l’ambiente e i contesti non tengono conto delle diversità e trasformano la differenza in fattore di esclusione.
Questa Giornata vuole porre in evidenza e sensibilizzare che alcune tipologie di disabilità come quelle intellettive e/o relazionali che vanno dalla sindrome di Down ai disturbi dello Spettro Autistico e ad altri disturbi cognitivi hanno bisogno di maggior attenzione e sostegno, comprensione e solidarietà.
La vera e reale inclusione è un traguardo che ha ancora bisogno di tempo e di risorse, ma l’istituzione di questa Giornata rappresenta un altro passo in avanti, da una punto di vista culturale, che San Marino ha fatto unendo le forze di tutte le parti politiche e sociali.
Adesso è atteso il Paese ad un salto di qualità circa la sensibilità a questo tipo di problemi come ci chiede la Convenzione delle Nazioni Unite auspicando che questa Giornata veda la partecipazione della comunità ad interventi e attività per la sua celebrazione prevista il 2 dicembre di ogni anno.