Logo San Marino RTV

CORSI DI LAUREA IN DESIGN: STUDENTI IN VIAGGIO PER SCOPRIRE LE OPERE DI PAOLO ROSA

29 feb 2016
CORSI DI LAUREA IN DESIGN: STUDENTI IN VIAGGIO PER SCOPRIRE LE OPERE DI PAOLO ROSA
Sette musei in quattro giorni, divisi in sei diverse località, dal centro al nord Italia. Questa la ‘maratona’ offerta a circa trenta studenti dei Corsi di Laurea Triennale e Magistrale in Design dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino con l’iniziativa “I musei e gli spazi sensibili permanenti - un viaggio alla riscoperta delle opere interattive di Paolo Rosa - Studio Azzurro”, in programma dal 25 al 28 febbraio scorsi.
Organizzata dai docenti Michele Zannoni e Roberto Paci Dalò, la trasferta ha portato gli iscritti in strutture come il “Museo Laboratorio della Mente” di Roma, il “Museo dell’Acqua” di Siena, il “Museo Audiovisivo della Resistenza” di Fosdinovo, il “Museo M.A.S.T. Manifattura di Arti Sperimentazione e Tecnologie” di Bologna, il “Museo Multimediale, il Tempo, lo Spazio” di Forbicine e l’Archivio Studio Azzurro Fabbrica del Vapore di Milano, dove è stato visitato anche il “Museo del Cinema - Manifattura Tabacchi Milano”.
“Questa esperienza didattica aveva come obiettivo aiutare gli studenti dei Corsi di Laurea in Design a comprendere le opere di Fabio Cirifino, Paolo Rosa e Leonardo Sangiorgi - spiega a proposito Zannoni - alla ricerca delle origini di un linguaggio progettuale messo a punto negli ultimi trent’anni dallo studio milanese. Le loro sperimentazioni interattive, di cui rimangono prevalentemente solo le installazioni permanenti, possono essere considerate dei progetti precursori della trasformazione in atto nel contesto contemporaneo dei musei di narrazione. Durante il viaggio abbiamo avuto la possibilità di discutere con numerosi studiosi incontrati nei vari musei, approfondendo i temi che caratterizzano il design di artefatti interattivi e ponendo l’attenzione sul rapporto tra contenuti, narrazione e tecnologia, alla ricerca dei valori che stanno alla base della metodologia progettuale di Paolo Rosa”.