Logo San Marino RTV

CSD – ONU: rilancio dell’azione per i diritti delle persone con disabilità

29 mar 2018
Maria Chiara Baglioni
Maria Chiara Baglioni
A seguito delle belle giornate di celebrazioni per il 10° anniversario della ratifica della Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità, la Commissione CSD-ONU, le associazioni e chiunque si occupi della nobile causa dell’applicazione di tale Convenzione deve interrogarsi su cosa farne delle sollecitazioni e raccomandazioni che abbiamo raccolto da parte delle persone interessate, dalle istituzioni e dagli esperti che ci hanno fatto visita. Le sollecitazioni più chiare alla società civile ci sono giunte dalla rappresentante dell’ONU, la dott.ssa Maria Soledad Cisternas Reyes, che è stata tra di noi per i giorni della celebrazione, e ci ha esortato a “Lavorare assieme per partecipare e contare di più nell’affermazione dei diritti contenuti nella Convenzione”.
Sta a noi, Commissione CSD ONU, diventare portatori e catalizzatori di questi valori e dare attuazione concreta al grande lavoro di mobilitazione, progettazione e divulgazione che in questi due anni siamo riusciti a fare. Sta alle associazioni e a tutti i cittadini sensibili lavorare di più assieme e attivare la partecipazione necessaria a dare voce alle persone con disabilità e alle loro famiglie; sta alle istituzioni e ai suoi responsabili dare risposte tempestive e coerenti alle loro dichiarazioni pubbliche ascoltate nel corso delle celebrazioni.
L’esperienza degli ultimi anni ci dice che è viva e forte l’aspirazione a lavorare tutti insieme ma, spesso, è complessa la sua realizzazione anche se gli obiettivi sono troppo importanti perché ci si possa fermare.
Ci attende il lavoro per la nuova normativa sull’inclusione lavorativa dei cittadini disabili; per l’applicazione del decreto Prevenzione della disabilità, salute e riabilitazione delle persone con disabilità, sostegno alla persona con disabilità e al nucleo familiare; per l’attuazione dei primi impegni del Piano Triennale che vanno dalla sensibilizzazione ad iniziative di verifica sul processo in corso di inclusione scolastica, da azioni per l’inclusione sociale (compreso il riconoscimento dell’attività Paralimpica) alla “vita indipendente” e al “dopo di noi”, dalla rimozione delle barriere fisiche ancora esistente alle convenzioni per la mobilità all’interno e all’esterno di San Marino.
Un programma impegnativo, ma doveroso se vogliamo che il Paese sia all’altezza della Convenzione che ha ratificato 10 anni fa.

Comunicato stampa
Commissione Sammarinese per l’attuazione della Convenzione delle Nazioni Unite
sui Diritti Delle Persone con Disabilità (CSD – ONU)