Logo San Marino RTV

Direttivo e rappresentanti Fpi Usl: non si può scaricare sui lavoratori e pensionati i risultati nefasti delle scelte fatte

11 apr 2019
Direttivo e rappresentanti Fpi Usl: non si può scaricare sui lavoratori e pensionati i risultati nefasti delle scelte fatte

Mercoledì 10 aprile la FPI USL ha incontrato i membri del Direttivo e i Rappresentati di tutti i settori della PA per approfondire gli importanti temi che stanno interessando sia il Settore Pubblico Allargato che l’intero sistema Paese. Nello specifico si è parlato di Riforma Pensionistica, ICEE, Banche ma soprattutto del rinnovo del Contratto del Settore Pubblico Allargato. Nel corso del dibattito sono state illustrate le proposte del Governo quali l’aumento dell’orario di lavoro a 37 ore e mezza, la modifica di alcuni orari di servizio, straordinari e reperibilità e la revisione di importanti accordi come quelli riguardanti i riposi compensativi e i distacchi per stress. I presenti sono rimasti, in generale, fortemente perplessi dalle proposte esprimendo il proprio parere negativo per quanto riguarda l’aumento dell’orario di lavoro a 37 ore e mezza e alla riduzione della retribuzione afferente al cosiddetto “nuovo regime”; al contrario si è espressa favorevolmente sulle ipotesi sulla valorizzazione professionale e il merito. I membri del Direttivo e i Rappresentanti richiamano pertanto l’Esecutivo a concentrare, invece, le proprie energie alla lotta agli sprechi e alle inefficienze e ad implementare le entrate dello Stato, i controlli, il recupero dei crediti nonché mettere in campo una vera equità fiscale. La proposta di riforma pensionistica è ritenuta assolutamente inaccettabile dato che non è equilibrata ed intacca pesantemente, e sotto più fronti, i diritti maturati nel corso di una intera vita lavorativa. Per quanto attiene il tema Banche e NPL l’assemblea non rinviene nella gestione della tematica una vera e propria strategia ma solo degli interventi i cui effetti potrebbero essere quelli di trasferire sui lavoratori e sui pensionati i risultati nefasti di altre scelte. Durante l’incontro infine sono stati presentati i dati relativi alla crescita USL che hanno confermato, anche per il 2018, i risultati positivi sia generali che delle singole Federazioni; dati molto incoraggianti che dimostrano che l’Unione Sammarinese dei Lavoratori è oramai una realtà fortemente consolidata e presente in tutti gli ambiti lavorativi del Paese. La FPI USL