Logo San Marino RTV

FSGC - Bizzotto: “Soddisfatto dell’interpretazione della gara”

15 giu 2018
FSGC - Bizzotto: “Soddisfatto dell’interpretazione della gara”
Intercettato nell’immediato dopo gara di RAT Ungheria-NAT San Marino, Luigi Bizzotto non ha nascosto un pizzico di rammarico per un risultato che non ha premiato i suoi ragazzi nonostante la buona prova offerta.
Un po’ di rammarico c’è – ammette il C.T. biancoazzurro – ma quella dei ragazzi è stata una prestazione generosa, condita da tanta voglia di fare bene. Abbiamo giocato contro una squadra fisicamente superiore, ma credo che di occasioni ne abbiamo avute di più noi ed è un peccato uscire dal campo con questo risultato. Probabilmente sarebbe stato più giusto un pareggio.”
Nel finale, dopo il rigore trasformato da Angelini, i biancoazzurri hanno provato in tutti i modi a recuperare il risultato. Purtroppo, a quel punto, il tempo a disposizione era davvero poco.
“Forse con qualche minuto in più a disposizione saremmo riusciti a pareggiare. – teorizza il C.T. - I miei giocatori, che già avevano corso tanto, nei minuti finali hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo, come si suol dire, ma erano piuttosto stanchi. Però non hanno avuto crampi, a differenza dei nostri avversari, perciò sono molto soddisfatto della loro condizione fisica. Soprattutto, però, lo sono dell’interpretazione della gara. Non era sicuramente facile considerando la fisicità dei nostri avversari. “
Ora i biancoazzurri avranno a disposizione due giorni per ricaricare le batterie in vista della seconda gara in programma, quella di domenica mattina (fischio d’inizio alle ore 11:00) contro i padroni di casa della RAT Repubblica Ceca. A proposito di questa sfida, il mister non ha dubbi: “Sarà una partita sicuramente difficile quella contro i padroni di casa. Adesso cerchiamo di recuperare tutte le energie che possiamo, in modo da poter mettere in campo tutto quello che abbiamo messo quest’oggi (ieri n.d.r.), che non è poco. Affronteremo anche questa partita con la necessaria determinazione e concentrazione. Per adesso posso fare solo i complimenti ai miei giocatori per quanto hanno messo in campo oggi (ieri, n.d.r.).”
Un altro già proiettato alla sfida di domenica prossima è Roberto Neri, che ieri, dopo essere stato gettato nella mischia in corso d’opera, ha creato più di un grattacapo alla retroguardia ungherese, procurandosi fra l’altro il rigore che nei minuti finali ha permesso alla NAT San Marino di riaprire la gara.
“Vedendo la prima partita siamo consapevoli che ce la potremo giocare, però dobbiamo stare con i piedi per terra – avverte l’attaccante in forza al Cosmos – Non conosciamo bene l’avversario che andremo ad affrontare, perciò adesso non possiamo assolutamente dire che contro la Repubblica Ceca sarà una gara facile. Hanno vinto 4-0 la prima partita, rappresentano il Paese che ospita il torneo e quindi saranno anche più carichi di noi. Da parte nostra useremo tutte le carte a nostra disposizione. Poi, come sempre, l’ultima parola spetterà al campo.”
Tornando alla gara con la selezione ungherese, il campo ha confermato le previsioni riguardo alla superiorità fisica dei magiari. Ma dal punto di vista del gioco e del palleggio, la NAT San Marino ha dimostrato di non aver nulla da invidiare agli avversari.
“Ci avevano detto che fisicamente erano molto prestanti e infatti si è visto. Però sul piano del gioco, specie nel primo tempo, non meritavamo di trovarci in svantaggio – il parere di Neri – Abbiamo avuto buone occasioni con Merendino e con Muccini. Abbiamo preso gol su errori nostri e alla fine questo ha fatto la differenza. Però tecnicamente abbiamo fatto vedere cose molto buone: non dico che siamo più bravi di loro, ma che ce la giochiamo sì.”
Quando ieri ha rilevato Tomassoni a metà secondo tempo, Roberto Neri stava compiendo il proprio debutto in campo intenazionale. Eppure è apparso subito a proprio agio, tanto che nello spazio di pochi minuti ha prima confezionato un assist per Angelini, non tramutato in rete per l’intromissione del portiere ungherese, poi ha conquistato il calcio di rigore che lo stesso Angelini ha trasformato nella rete dell’1-2.
“È stato bello entrare così. – il commento del diretto interessato - Per me è la prima esperienza in campo internazionale e quando il mister mi ha chiesto di entrare ero molto carico. Sono contento di aver dato il mio contributo, anche se alla fine abbiamo purtroppo registrato una sconfitta. Sulla prima palla che gli ho dato, per un pelo Nicolò non è arrivato a buttarla dentro: se avesse fatto gol lì, avremmo avuto più tempo a disposizione per recuperare. Quanto al rigore, secondo me era netto: ho saltato l’uomo, ho visto arrivare il difensore e ho spostato la palla. Peccato che il gol sia arrivato troppo tardi, ma sono contento per la prestazione mia e dei miei compagni; ci stiamo allenando ormai da un mese e secondo me ci meritavamo qualcosa di più per la gara che abbiamo fatto. Speriamo che vada meglio la prossima partita, noi ci crediamo. Sappiamo che è dura perché ci sono squadre molto forti, ma abbiamo dimostrato di potercela giocare.”
La gara di ieri sarà trasmessa integralmente sabato 16 giugno alle ore 20:35 su RTV Sport, canale 93 del digitale terreste.

Comunicato stampa
FSGC