Logo San Marino RTV

FSGC - Regions’ Cup: è la vigilia della sfida ai padroni di casa

16 giu 2018
FSGC - Regions’ Cup: è la vigilia della sfida ai padroni di casa
La gara con la RAT Ungheria è ormai in archivio e dopo due giorni spesi a recuperare le energie e a preparare il secondo impegno del girone tramite lavoro sul campo e riunioni tecniche, la NAT San Marino è pronta per la gara di domattina contro i padroni di casa della RAT Repubblica Ceca.
Una formazione, quest’ultima, che nel match d’esordio ha liquidato per 4-0 la selezione della Bosnia ed Erzegovina e che il C.T. Bizzotto ha analizzato nei giorni scorsi tramite la visione di immagini riferite proprio a tale partita.
“Dalle immagini abbiamo visto che anche loro possiedono una buona fisicità. – afferma il C.T. - Inoltre giocano molto ordinati, in maniera anche abbastanza scolastica, ma fanno appunto della forza fisica, soprattutto quella dei due attaccanti, una delle proprie armi migliori. Non giocano tantissimo la palla ma cercano subito di verticalizzare sui due attaccanti che, come dicevo, sono ben strutturati fisicamente e bravi a tenere il pallone.”
Nei due giorni avuti a disposizione la squadra ha lavorato bene. Tra le notizie migliori, il recupero di Righi, uscito malconcio dalla gara con la RAT Ungheria ma regolarmente in campo durante i due allenamenti di ieri e di oggi. “Il recupero di Luca ha del miracoloso – il commento di Bizzotto al riguardo – e bisogna fare i complimenti, per questo, al fisioterapista Bartolini e alla dottoressa Ferri, che lo hanno rimesso in sesto in tempo per sostenere entrambi gli allenamenti, nonostante la sua distorsione alla caviglia sembrasse in un primo momento piuttosto seria. Quanto agli altri, hanno recuperato le energie che si possono recuperare in due giorni, però li ho visti bene e soprattutto carichi, come del resto lo erano anche in occasione della partita scorsa.”
La ricetta per fare bene, domani, contro una formazione divenuta momentaneamente capolista del girone per differenza reti, la fornice lo stesso C.T.: “La cosa che mi è piaciuta di più contro l’Ungheria è stato l’atteggiamento che hanno avuto tutti i quanti i miei giocatori fin dall’inizio della partita. Io credo che mantenere quell’attenzione, quella concentrazione e quella dedizione alle cose che prepariamo prima della partita sarà un buon viatico per fare una buona gara anche contro la Repubblica Ceca. Dovremo migliorare sotto l’aspetto della gestione della palla, perché altrimenti diventerà una partita dispendiosa a livello fisico. Ma se saremo così bravi da mantenere più a lungo il possesso e quindi di abbassare il ritmo della partita a nostro piacimento, io credo che ne trarremo grossi benefici. “
Anche Marcello Mularoni, il più giovane del gruppo con i suoi 20 anni non ancora compiuti, ha un’idea di che cosa servirà domani per riscattare la sconfitta di giovedì: “Bisogna ripartire dalla voglia che ci abbiamo messo con l’Ungheria dopo il nostro gol, quella che ci ha spinto a cercare di recuperare una partita che sul piano del punteggio non si era messa nel migliore dei modi.”
L’ultima esperienza della NAT San Marino in Coppa delle Regioni insegna che segnare più gol possibile è un aspetto che può rivelarsi decisivo. “In effetti stiamo lavorando proprio su quello - conferma il giovane biancoazzurro – Infatti negli allenamenti di ieri e di oggi abbiamo curato molto la fase offensiva.”
L’impianto che ospiterà la seconda gara dei biancoazzurri sarà lo stesso di giovedì, vale a dire lo stadio dell’FC Vrchlabí sito nell’omonima città. Il fischio d’inizio verrà emesso alle ore 11:00.

Comunicato stampa
FSGC