Logo San Marino RTV

Giorgia Giacomini eletta nuovo Segretario Generale dell’USL

Dopo tanti anni finalmente una donna alla guida di un organizzazione sindacale

17 giu 2019
Giorgia Giacomini eletta nuovo Segretario Generale dell’USL

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa di USL per ufficializzare il passaggio dal Segretario Generale uscente Francesco Biordi a Giorgia Giacomini nuovo Segretario Generale alla guida dell’Unione Sammarinese dei Lavoratori. E’ con emozione che Biordi ha ripercorso la strada che ha portato alla nascita, crescita e consolidamento di questa nuova realtà sindacale che oggi rappresenta il 25% dei lavoratori sindacalizzati nella RSM ed è giunta in Europa grazie all’affiliazione alla Confederazione Europea dei Sindacati (CES). Giacomini Giorgia, durante la conferenza, ha sottolineato come questa nomina sia il coronamento di un percorso dopo la produttiva esperienza come Segretario della FPI. La Giacomini ha presentato la squadra, formata da giovani preparati e motivati, che da oggi l’affiancherà con l’obbiettivo di portare una voce sempre più forte nel paese e divenire sempre più un punto di riferimento per i lavoratori. Il nuovo Segretario ha inoltre ricordato l’importante e rinnovata collaborazione con la Federazione pensionati, l’UCS e l’attività dell‘Area Servizi. Gli argomenti prioritari su cui intervenire, indicati dal Segretario Giacomini sono ben chiari: ridurre il debito pubblico, mettere in sicurezza il sistema bancario ed i fondi pensione e incentivare lo sviluppo collaborando con tutta la politica, le categorie e le forze sociali pur mantenendo l’autonomia nell’attuare la politica sindacale di USL. “Il Sindacato ha il dovere di non sottrarsi al confronto, ed il dialogo è, e rimarrà, un tratto distintivo della Nostra Organizzazione: la situazione Paese richiede linee precise, posizioni definite e maggiore presenza del sindacato rispetto i tanti temi all’ordine del giorno”. Fermi, invece, rimarranno i caposaldi sui quali è nata (e continuerà a lottare) l’Unione Sammarinese dei Lavoratori: promuovere la partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori alle scelte aziendali, valorizzare le risorse umane puntando su formazione, valutazione e merito, riaffermare con forza il valore alla contrattazione collettiva e di comparto bypassata con la “scusante” della crisi economica che porta a mettere in discussione i diritti conquistati con anni di lotte. Un sindacato che in primis difende i diritti ma che non si astiene dal parlare anche di doveri. Caposaldi che dovranno essere coordinati con il cambiamento chiesto anche a livello europeo. Il Congresso Europeo CES ha messo proprio l‘accento su “un Europa più giusta per i lavoratori”, sulla necessità di orientarsi non più verso politiche del profitto o di austerity, bensì verso politiche economiche espansive, riportando al centro il valore del lavoro. “Mi piacerebbe nei prossimi anni (e lotterò per) vedere un sindacato impegnato ancor di più nel sociale a difesa dello stato sociale e di diritto, dell’occupazione, dei valori di solidarietà che vanno fondati non solo nelle politiche di distribuzione del reddito, ma soprattutto nell'offerta di beni e servizi reali alle persone: una riforma del welfare, per vivere in una società in cui le priorità siano le famiglie in difficoltà economica e sociale, il problema della assistenza e tutela dell’anziano, dell’impegno a favorire la conciliazione dei tempi di vita e lavoro, della tutela dei lavori usuranti per citarne alcuni. Anche qui a San Marino occorre restituire alle persone il loro futuro e la speranza, oggi messa a dura prova, di un paese “migliore” ha dichiarato in conferenza il nuovo Segretario Generale. Maggiore sensibilità quindi verso le politiche di genere, le differenze retributive, la tutela della maternità e delle disabilità; ma anche riforme (che devono essere condivise e moderate per non creare disorientamento e recessione economica), investimenti, Equità fiscale. “Auguro che USL possa dare sempre più un aiuto concreto al nostro amato Paese per uscire da questa profonda crisi e possa diventare ancora più una grande Organizzazione, caratterizzata da un interscambio continuo di idee, proposte, obiettivi.”

Comunicato stampa
USL