Logo San Marino RTV

Grande successo e partecipazione del pubblico ai recenti appuntamenti SUMS

21 nov 2019
Grande successo e partecipazione del pubblico ai recenti  appuntamenti SUMS

Un numeroso pubblico ha affollato la sala riunioni del palazzo SUMS nella serata del 14 novembre intitolata “Ricordando Peppino” e in quella del 19 novembre riguardante la presentazione del libro “Un secolo di vita Sammarinese 1748-1848” di Pina Rossini Arzilli, attestando l’interesse della popolazione per le iniziative storico culturali che la SUMS abitualmente propone. L’appuntamento in memoria del Professor Giuseppe Rossi, organizzato dalla SUMS e coordinato da Antonio Morri, è stato un vero successo. Durante la serata, moderata da Paolo Rondelli, il pubblico ha seguito con grande interesse le parole del Presidente della SUMS Marino Albani, del Professor Fernando Bindi, della figlia Silvia Rossi, della Presidentessa della Corale Giovanna Crescentini, del Presidente della Dante Alighieri Franco Capicchioni e del Presidente della Federazione Balestrieri Stefano Ugolini, che hanno testimoniato e raccontato i diversi aspetti della sfaccettata personalità di Peppino. Molto apprezzate anche le letture di due giovanissimi studenti sammarinesi Cristiano Pezzi ed Enea Salicioni che hanno interpretato due racconti tratti dal libro del Professor Rossi “La Pieve costruita sull’abisso”. Sala gremita anche per la presentazione del libro “Un secolo di vita Sammarinese 1748-1848”, terza edizione della tesi di laurea della Prof.ssa Pina Rossini Arzilli. La serata introdotta dal Presidente della SUMS Marino Albani, ha visto la partecipazione del Professor Fernando Bindi che ha sapientemente illustrato al pubblico il testo, analizzandone i singoli capitoli. Giuseppe Maria Morganti, editore del libro, ha ricordato il lungo percorso compiuto per offrire alla cittadinanza un’edizione rinnovata del pregevole lavoro della Professoressa Arzilli. A conclusione degli interventi, la preziosa testimonianza del figlio Aldo Arzilli che ha permesso di conoscere i risvolti personali dell’opera redatta dalla madre nel lontano 1938.

c.s SUMS