Logo San Marino RTV

ISS, Giornata mondiale del cuore: la prevenzione è un impegno per tutti

29 set 2020
ISS, Giornata mondiale del cuore: la prevenzione è un impegno per tutti

Oggi, 29 settembre, si celebra la Giornata mondiale del cuore, ideata dalla World Heart Federation con lo scopo di informare le persone di tutto il mondo sui rischi causati da tale patologie e sulle strategie per ridurli.
Le malattie cardiovascolari (malattie cardiache e ictus) sono considerate il killer numero uno al mondo, con quasi 18 milioni di vittime all’anno e la triste prospettiva di superare i 23 milioni entro il 2030. Le cause scatenanti sono molteplici, da fattori di rischio come fumo, diabete, ipertensione e obesità, all'inquinamento atmosferico fino a malattie rare oppure a patologie trascurate. È tuttavia dimostrato, che opportune azioni e corretti stili di vita possono prevenire e ridurre l’impatto di tali malattie sulle singole persone e sui sistemi sanitari. Tutto questo si traduce quindi in un obiettivo globale, come ricorda l’Organizzazione Mondiale della Sanità, da raggiungere attraverso l’impegno di tutti, non solo degli operatori sanitari.
La correzione dei fattori di rischio, quali la riduzione dell’uso del tabacco, un’alimentazione corretta e un’adeguata attività fisica, consentono di evitare almeno l'80% delle morti premature per malattie cardiache e ictus.
Per quanto riguarda i dati di San Marino, l’attività della UOC di Cardiologia dell’Ospedale di Stato non si è mai arrestata durante la pandemia, anche se alcune procedure sono state rinviate, garantendo pur sempre le urgenze. Dal 15 maggio, con l’avvio della fase di riapertura - nel rispetto delle misure anticontagio – i numeri dell’attività ambulatoriale evidenziano un intenso lavoro.
Tra i dati più significativi si segnalano: 645 visite cardiologiche, 694 controlli cardiologici, 817 Ecocardiogrammi, 1680 ECG per visite e ricovero preoperatorio, 16 ecostress, oltre 400 adeguamenti e controlli per terapie anticoagulanti e 37 Ecodoppler carotidei in pazienti sintomatici. Nei circa quattro mesi trascorsi sono stati inoltre eseguite 37 coronarografie e 7 interventi cardiochirurgici attraverso l’attività di rete con le strutture di eccellenza in Italia convenzionate con l’ISS, a cui aggiungere 18 pacemaker definitivi e 15 ricoveri in Day Hospital, oltre a una decina di prestazioni diagnostiche fuori territorio quali risonanze magnetiche e scintigrafie sotto stress ed ecodoppler transcranico.
In occasione della Giornata Mondiale del Cuore, la Cardiologia dell’ISS ha preso parte alle iniziative promosse dall’Associazione Cuore Vita, alla Società Sammarinese di Cardiologia e al Progetto Cuore, in particolare partecipando, domenica scorsa, al punto informativo e alla misurazione della pressione arteriosa, della glicemia e del colesterolo.
In questa Giornata è bene ricordare che l’attenzione a ridurre i fattori di rischio e ad adottare corretti stili di vita, oltre ai controlli periodici, devono essere costanti, nella consapevolezza che oltre ai professionisti, al personale sanitario e alle istituzioni impegnate in prima linea, occorre l’impegno di tutta la cittadinanza per promuovere una cultura della salute a beneficio di tutta la comunità.


Comunicato stampa
ISS