Logo San Marino RTV

Istituto Confucio: Festa dei nonni alla residenza Casale La Fiorina

22 ott 2018
Istituto Confucio: Festa dei nonni alla residenza Casale La Fiorina
Nella tradizione cinese gli anziani godono di grande rispetto, perché sono il simbolo della saggezza, dell’abilità, dell’esperienza, dell’abnegazione, dell’autorevolezza e dell’amore. Il Congresso del Popolo ( Parlamento ) della Repubblica Popolare Cinese ha approvato una serie di emendamenti ad una legge del 1996. Il nuovo "pacchetto" normativo ha un titolo significativo: "Protezione dei diritti e degli interessi degli anziani" ed è studiato, almeno nelle intenzioni, per proteggere gli anziani cinesi dall'egoismo dei figli.
Nel tentativo di dare agli anziani un giusto sostegno, la legge prevede che i figli (soprattutto i maggiori) facciano loro visita "più spesso", portando con sé anche il coniuge e i figli; che aiutino i genitori a svolgere attività fisiche o intellettuali, come navigare su internet o fare fotografie; che i figli si occupino delle loro cure sanitarie e della relativa documentazione; che dedichino loro piccole ma impegnative attenzioni come cucinare per loro oppure organizzare festeggiamenti per il loro compleanno.
Nella sua lunga storia millenaria, la cultura cinese dedica una festa proprio agli anziani, la Festa del Chongyang, del doppio nove (in Cina il numero nove rappresenta lo Yang, il mascolino in opposizione allo Yin che è il femminino) , che si celebra il nono giorno del nono mese del calendario lunare cinese e che quest’anno è caduto il 17 ottobre. In Cina, durante questo giorno, le persone mangiano il tortino Chongyang, bevono il vino di crisantemo, scalano una montagna e ammirano la bellezza dei crisantemi in tutte le loro varietà : il fiore che per i cinesi ha la funzione di scacciare le negatività. È credenza comune che bere il vino di crisantemo possa curare ogni malattia e possa prevenire ogni disastro.
Per l'occasione e nell’ambito della collaborazione con la Direzione dell’Assistenza Residenziale Anziani dell’Istituto Sicurezza Sociale, l’Istituto Confucio San Marino ha organizzato la Festa dei Nonni alla Residenza “Casale la Fiorina”.
In un atmosfera tutta orientale, agli ospiti è stata mostrata la calligrafia cinese, con i suoi 5 stili in cui possono essere scritte le parole.
Attraverso la cerimonia del tè lo staff cinese ha illustrato la varietà di questa pianta, il metodo di preparazione della bevanda, il materiale che viene utilizzato per prepararla, e naturalmente tutte le occasioni in cui entra in gioco il suo consumo.
I festeggiamenti sono continuati con l’esibizione del sammarinese Anthony Putti, che con il suo magico spettacolo di giocoleria e illusione ha entusiasmato gli ospiti presenti.
La docente di lingua cinese Fu Rao, si è cimentata nel canto lirico, rappresentando un brano tratto dall’opera Hua Mulan : una leggendaria eroina cinese che si arruolò in un esercito di soli uomini, descritto in un famoso poema cinese conosciuto come La ballata di Mulan .
Vista la grande partecipazione degli ospiti all’evento è stato richiesto all’Istituto Confucio di organizzare ulteriori attività per gli anziani.