Logo San Marino RTV

La maggioranza non vuole una chiarezza a metà

24 mag 2019
La maggioranza non vuole una chiarezza a metà

Come sempre le opposizioni offrono una versione solo parziale della verità, nascondendo ciò che fa loro più comodo. Oggi gridano alla caduta del Governo, per un ordine del giorno presentato dai gruppi di minoranza e approvato nella notte, dopo un lungo comma sulle banche, con qualche voto della maggioranza, ma si guardano bene dal dire che la stessa opposizione ha perso un voto nell’approvazione dell’ordine del giorno presentato dai gruppi che compongono la coalizione Adesso.sm (due nell’assestamento di bilancio), segno che tra le loro fila c’è qualcuno che fortunatamente vuole fare chiarezza anche su altre vicende. Il dubbio che ci sorge, infatti, è il seguente: perché la minoranza non vuole fare chiarezza su tutte le vicende bancarie fallimentari? Perché ci si vuole concentrare su un solo istituto bancario? Fermo restando che la chiarezza va fatta e la vogliamo anche noi. Se la maggioranza ha ritenuto di votare contrariamente a quell’ordine del giorno, è per le tempistiche troppo stringenti previste al suo interno, che rischiano di confliggere con le azioni in corso da parte di altri organi dello Stato, in particolare il commissariamento. Lo ribadiamo, da parte nostra la chiarezza va fatta su tutte le vicende, comprese quelle previste dall’ordine del giorno della minoranza. Se c’è qualcuno che ha le mani legate, evidentemente non siamo noi.

Adesso.sm