Logo San Marino RTV

I lavori al Centro di Formazione Professionale

3 giu 2016
SEGRETERIA DI STATO TERRITORIO E AMBIENTE
SEGRETERIA DI STATO TERRITORIO E AMBIENTE
La Segreteria di Stato per il Territorio e l’Ambiente informa, per quanto di competenza, sulle soluzioni che si stanno attivando in merito alle problematiche del Centro di Formazione Professionale portate all’attenzione della cronaca in questi giorni da diversi soggetti.
Il CFP attualmente svolge i corsi di formazione per operatore di sala/bar e cucina in affitto presso locali privati essendo sprovvisto di attrezzature idonee; servono inoltre ulteriori spazi per l’attivazione di nuovi corsi. Per dare risposta a queste necessità, la Segreteria al Territorio ha individuato l’immobile ex scuola dell’infanzia di Serravalle, a pochi metri dalla sede di Piazza Bertoldi, per la cui ristrutturazione ed adeguamento sono già stati stanziati 400.000,00€.
L’intervento, in fase di progettazione, prevede la realizzazione al piano terra della cucina e della sala, che permetteranno di risparmiare l’attuale affitto molto oneroso, due aule di grandi dimensioni e un’aula più piccola; al piano -1 sarà invece spostata l’officina. Il progetto è compatibile con un ulteriore ampliamento che interessi il piano primo, da valutare in un secondo momento, individuando una nuova sistemazione per le Maestre Pie dell’Addolorata che attualmente occupano i locali.
I nuovi spazi saranno al più tardi disponibili per l’avvio dei corsi a settembre 2017. La Direzione del CFP è stata opportunamente informata delle tempistiche dell’intervento prima dell’apertura delle iscrizioni per l’anno scolastico 2016/2017. Dovrà quindi, se necessario, valutare una riorganizzazione degli orario l’affitto di alcuni locali per l’attivazione di nuovi corsi.
L’importanza economica dell’investimento, pari al 12% della disponibilità per le opere pubbliche 2016, evidenzia la grande attenzione rivolta ad un istituto che svolge da lungo tempo un ruolo sempre più importante nella formazione dei giovani. Tanto è vero che a questo intervento è stata data la priorità
rispetto alla carenza di spazi manifestata anche da altri plessi scolastici.