Logo San Marino RTV

Legalità, internazionalizzazione, bilateralità e previdenza alla base della 3 giorni di formazione dei giovani dell’USL.

16 set 2019
Legalità, internazionalizzazione, bilateralità e previdenza alla base della 3 giorni di formazione dei giovani dell’USL.

Da giovedì 12 a sabato 14 settembre due giovani funzionari dell’USL hanno partecipato al Campus Formativo organizzato dalla UIL Giovani Emilia Romagna e Bologna al quale hanno preso parte funzionari, rappresentanti e delegati sindacali, provenienti da tutta Italia e riguardanti differenti settori, sia pubblico che privato, come ad esempio metalmeccanico, trasporti, medico fino ad arrivare alla polizia penitenziaria. Fondamentale è stato l’incontro con il Consigliere dell’autorità anti corruzione Italiana, Dott.ssa Ida Angela Nicotra, con la quale si è potuto instaurare un dialogo improntato sulla necessità di ripartire dall’educazione alla legalità dei più giovani. Un principio che deve essere posto alla base del DNA culturale non solo di un giovane sindacalista, ma anche di tutti i cittadini che devono sentirsi primi a tenere alta l’attenzione e la sensibilità sul rispetto alla Legalità. Troppo spesso si confonde un così detto “furbo” con chi, anche nel piccolo, tende a evitare un obbligo (ammnistrativo, fiscale…) al fine di ottenere un vantaggio immediato. In questo modo si rischia di confondere il sottile e labile confine che distingue la furbizia dalla delinquenza. Una sfida culturale alla quale i giovani sindacalisti devono rispondere e interrogarsi quotidianamente. All’interno delle tre giornate di approfondimento sindacale si sono potuti analizzare temi legati allo sviluppo e l’implementazione della previdenza integrativa. Questa esigenza è sorta per cercale di colmare il gap pensionistico che si è creato in Italia nel passaggio da un sistema retributivo ad uno contributivo. Notevole importanza è stata data alla contrattazione bilaterale, al fine di creare insieme alle associazioni datoriali fondi di tutela lavorativa che possono essere utili anche per i datori di lavoro oltre a iniziative di espansione del welfare di prossimità (come ad esempio: rimborsi e tutele per i costi sostenuti dai figli dei lavoratori e assistenza sanitaria integrativa,). Di notevole impulso per noi giovani è stata la domanda di una ragazza che chiedeva quali caratteristiche deve avere un giovane sindacalista alla quale il Segretario Generare UIL, Carmelo Barbagallo, ha così risposto: “Un giovane deve essere determinato per essere determinante nell’ambito sindacale, ripudiando e denunciando in tutti i modi ogni qualsiasi ricorso ad azioni violente”. 

L’Unione Sammarinese dei Lavoratori