Logo San Marino RTV

Legge Rappresentatività: Anis incontra i gruppi politici di minoranza e maggioranza per sollecitare "tempi brevissimi"

24 feb 2016
Anis San Marino
Anis San Marino
L’Associazione Nazionale Industria San Marino ha incontrato in data odierna i gruppi politici di maggioranza e di minoranza per chiedere con decisione che si concluda, nei tempi più brevi possibili, l’iter per l’approvazione della Legge “Della libertà e attività sindacale nei luoghi di lavoro, della contrattazione collettiva e del diritto di sciopero”. Legge che sancisce l’efficacia erga omnes di un solo contratto nazionale, quello sottoscritto da chi – da solo o assieme ad altre organizzazioni - è maggiormente rappresentativo di quel determinato settore.
Come noto, tale proposta di legge è stata anche oggetto di un’attenta valutazione da parte dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), che ne ha confermato la conformità agli standard internazionali, oltre che alle Convenzioni ratificate da San Marino in materia. Questa validazione spazza via ogni dubbio sulla legittimità della proposta, facendo cadere qualsiasi motivo ostativo per l’approdo in seconda lettura del testo proposto.
I rappresentanti di maggioranza e di opposizione, sulla base anche del documento dell’ILO, hanno condiviso con ANIS la necessità di fare definitiva chiarezza in materia di contratti di lavoro, ritenendola dunque una priorità per il sistema Paese, sia per quanti già lavorano e operano in territorio, sia per i possibili investitori che stanno valutando di farlo. Una volta chiariti i dubbi e le interpretazioni distorte, ANIS ha sollecitato i gruppi politici ad accelerare l’iter legislativo affinché in tempi brevissimi San Marino si doti di una legislazione chiara e basata sul principio democratico della maggiore rappresentatività.
Allo stesso modo, ANIS ha ribadito quanto siano importanti anche altre riforme e interventi legislativi attualmente in discussione, tra le quali: mercato del lavoro, introduzione del sistema IVA, riforma della Camera di Commercio, progetti per il rilancio dell’edilizia, equilibrio del sistema previdenziale di Primo e Secondo pilastro, revisione della Legge su residenze e permessi di soggiorno, spending review e snellimento della burocrazia. Concluso l’iter per la legge sulla rappresentatività, è quindi fondamentale dettare una tempistica certa e per quanto possibile breve, per approvare tutti gli altri provvedimenti necessari al Paese e alle imprese manifatturiere, che oggi per la maggior parte garantiscono l’occupazione a San Marino.