Logo San Marino RTV

Libera e il Paese al fianco dei Volontari delle Milizie e dei Corpi di Polizia

26 mar 2020
Libera e il Paese al fianco dei Volontari delle Milizie e dei Corpi di Polizia

Libera, in questo momento di grande difficoltà del Paese in cui alla rilevante e già palesata situazione di criticità economica e finanziaria si somma l’emergenza Sanitaria che la diffusione del virus COVID-19 ha generato, ritiene che l’impegno profuso da tutti i professionisti preposti alla tutela della salute, dell’ordine pubblico e al soddisfacimento dei bisogni primari della cittadinanza abbia acquisito un indiscutibile valore sia sul piano istituzionale che su quello umanitario. A noi questo enorme impegno non sfugge. Ne sfugge il fatto che ad adempierlo ci siano in prima linea anche i membri dei corpi di polizia e delle Milizie, volontari e professionisti, che per farlo stanno mettendo a rischio anche la propria salute, come il personale sanitario e tutti coloro che si stanno adoperando per questa emergenza. Per i cittadini della Repubblica è certamente di grande conforto la consapevolezza di poter contare sulle Milizie, sui Corpi della Gendarmeria, della Guardia di Rocca e della Polizia Civile e, nel clima di incertezza generale che stanno vivendo, è una delle poche sicurezze a cui affidare la speranza di riavere presto la propria vita, il proprio lavoro e quelle libertà a cui erano eravamo abituati e che forse, ingenuamente, davamo per scontati. Per questo motivo ci sentiamo grati, per quello che i nostri militi e i nostri agenti stanno facendo per contrastare sul campo la diffusione del contagio e per quanto purtroppo saranno ancora chiamati a fare nelle prossime settimane, che non saranno meno difficili ed impegnative di quelle appena superate. Desideriamo quindi far sentire la nostra vicinanza, quella dei sammarinesi che abbiamo l’onore di rappresentare e di tutto il Paese, certi che al di là delle idee politiche, indistintamente siano uniti al fianco di ognuno di voi. Libera si impegna fin da ora a fare in modo che questa vicinanza, se necessario, si trasformi anche in azione politica all’interno del Consiglio Grande e Generale, che ci auguriamo possa essere convocato quanto prima, per metter fine alla sospensione delle vita democratica del Paese.

Libera