Logo San Marino RTV

MDSI: "La sedia vuota"

13 dic 2018
MDSI: "La sedia vuota"
In questi giorni è arrivato l’invito da parte dell’Associazione Bancaria Sammarinese rivolto a tutte le forze economiche, sociali e politiche del paese a sedersi al tavolo strategico per la stabilità del Paese. Una nuova convocazione che fa seguito a quella del 4 Dicembre scorso a cui Movimento Democratico non ha partecipato. Riconosciamo a questo Tavolo la bontà nell’ approccio e nel metodo ma riteniamo che non possa essere un "Tavolo preconfezionato" a sostituirsi alla Politica.

Non riconosciamo infatti, in Domenico Lombardi, presidente di Abs, nonchè firmatario dell’invito al tavolo, un interlocutore serio ed affidabile su cui appoggiare la ripartenza del nostro paese , a causa della sua discutibile vicinanza a Francesco Confuorti e per aver portato avanti un progetto di fusione fra Bsm (istituto di cui è amministratore Delegato) e Cassa di Risparmio senza aver mai illustrato un progetto serio e credibile di rilancio della eventuale banca unica. Un progetto di fusione infausto, bocciato e sfiduciato dagli azionisti e dal cda della banca, che al momento pare sia stato bloccato e che a nostro parere prevedeva unicamente un gioco di potere e una spartizione di poltrone. Un altro amministratore difronte a queste sonore bocciature avrebbe rimesso il proprio mandato.

Nonostante gli interessi in gioco siano contrapposti e diversi, notiamo come le parti sociali siano rimaste indifferenti a certe scelte compiute da questo governo. Il silenzio assenso diventa preoccupante quando gli interessi in gioco sono contrari a quelli pubblici e dei cittadini.

Se la stabilita del nostro paese passa nel sostegno a questo governo che in questi 2 anni ha fatto tutto tranne gli interessi del paese;

Se il futuro del nostro paese passa da un governo/maggioranza, che si fa dettare le possibili soluzioni da un gruppo di bancari tra cui alcuni dei principali responsabili della crisi del sistema paese, che stanno operando solo per portare a compimento gli ultimi colpi rimasti ad esempio gli NPL interni;

Se il futuro del nostro paese passa per l’ accettazione del bilancio di cassa di risparmio con una perdita da 534 un bilancio che chiediamo a gran voce di rivedere e riaprire;

Se il futuro del nostro paese per la svendita degli Npl di delta, con la relativa perdita di valore patrimoniale di oltre 150 milioni di euro;

Se il futuro del nostro paese passa nel fingere che non ci sia una ordinanza del tribunale in cui si certifica che il nostro paese è stato messo sotto attacco da un vero e proprio piano criminale atto a svalutare tutto il patrimonio di cassa e svenderlo a qualche finanziere d’assalto;

Se il futuro del nostro paese passa nel bypassare il comitato gestore dei fondi pensione e consentire che i fondi stessi vengano utilizzati per sottoscrivere titoli di debito pubblico e chiudere i buchi delle banche;

Se il futuro del nostro paese passa attraverso il salvataggio di qualche banchiere pieno di debiti a discapito di tutti i cittadini;

Se il futuro del nostro paese passa per l’ accettazione dell’ arrivo del Fmi a sostegno del paese;

Se il futuro del nostro paese passa per l’ accettazione delle misure di austerità del Fmi con relativi tagli allo stato sociale;

…. la nostra sedia rimarrà vuota.

Comunicato stampa
Movimento Democratico San Marino Insieme