Logo San Marino RTV

Movimento Rete sul progetto di modifica della legge elettorale

30 ago 2020
Movimento Rete sul progetto di modifica della legge elettorale

Durante il Consiglio Grande e Generale appena concluso si è approvato un progetto di legge di modifica della legge elettorale che andrà ad incidere sui costi di organizzazione delle future tornate elettorali e sulla semplificazione organizzativa degli uffici preposti. Ad esempio andando a modificare il numero di elettori assegnati ad ogni sezione elettorale si è potuto diminuire e razionalizzare il numero di seggi per castello. Fino ad oggi infatti la definizione del numero di seggi viene calcolata sulla base di un massimo di 700 elettori per castello. Oggi aumentando a 900 quel valore il numero di seggi verranno ridotti con conseguente riduzione delle spese per la loro organizzazione e ulteriore tutela della segretezza di voto. Se si pensa poi alle circa 6000 firme che l’ufficio elettorale deve apporre ad ogni tornata elettorale su ogni singola pagina delle liste elettorali, si comprende come la vecchia norma del 1958 fosse da aggiornare. Una semplificazione operativa che insieme all’eliminazione del timbro a secco sulle schede elettorali velocizzerà il lavoro degli uffici competenti. Altra importante modifica è che i certificati elettorali saranno inviati a casa per semplice posta ordinaria ai cittadini residenti in territorio mentre per semplice raccomandata per gli elettori all’estero, senza più la necessità della raccomandata con ricevuta di ritorno. Ciò comporta da un lato un importante risparmio economico e dall’altro un alleggerimento delle procedure d’ufficio avendo come conseguenza il non ritorno dei certificati spediti e non ritirati. Posto che all’elettore che non abbia ricevuto/ritirato il proprio certificato potrà essere rilasciato un duplicato dall’Ufficio Stato Civile. Ci apprestiamo a celebrare tra poco le elezioni per le giunte di castello e con questo provvedimento si potranno applicare le nuove disposizioni. Ringraziamo per questo il Segretario agli Interni per la proposta portata in Consiglio Grande e Generale e l’aula tutta per aver accolto all’unanimità un progetto che potrà vedere una diminuzione di spesa già a partire dalle prossime elezioni amministrative.

Movimento RETE