Logo San Marino RTV

OSLA: Digitalizzazione e sviluppo tecnologico, occorre accelerare

2 giu 2020
OSLA: Digitalizzazione e sviluppo tecnologico, occorre accelerare

È giunto il momento di normare lo smart working, dopo la firma nel 2017 del primo accordo tra OSLA e CSU per l’azienda AC&D Solutions. Importante e urgente intervenire sulla digitalizzazione della Pa.


Le misure per contrastare la pandemia Covid-19 hanno reso evidente come sia urgente per la Repubblica di San Marino colmare le lacune esistenti in tema di digitalizzazione e sviluppo tecnologico nel mondo del lavoro. Una delle grosse carenze in questo senso è la disciplina dello smart working, che oggi non è normato, salvo per quanto riguarda il lavoro da domicilio limitatamente al periodo di emergenza sanitaria causata dal COVID19. È proprio questa emergenza che ha messo in luce da un lato l’utilità e dall’altro la relativa semplicità tecnica di questa pratica. Senza il lavoro da domicilio, che è solo un aspetto dello smart working, tante imprese in questo periodo sarebbero state costrette alla chiusura e dunque i lavoratori alla Cassa integrazione, con una perdita di ricchezza incalcolabile e un conto salato per le casse dello Stato. In questo senso OSLA è stata tra i promotori di questo tipo di innovazione nel mondo di lavoro, culminato nella fine del 2017 con la firma del primo accordo con la CSU per regolamentare lo smart working in una delle nostre imprese associate più innovative, la AC&D Solutions. L’azienda, che si occupa di servizi informatici, pacchetti software con clienti sia in Italia che all’estero, ha avuto risultati soddisfacenti, consentendo ai dipendenti interessati di poter lavorare dalla propria abitazione per un certo numero di giorni a settimana. Apprendiamo quindi con piacere la volontà della Segreteria di Stato al Lavoro di normare questo tipo di modalità lavorativa e auspichiamo di poter apportare il nostro contributo come associazione di categoria apripista in questa materia. Altrettanto importante e urgente è intervenire sulla digitalizzazione della Pa, puntando sempre di più sulla dematerializzazione degli atti e delle procedure. È inconcepibile nel 2020 essere costretti a recarsi fisicamente in un ufficio per avere un modulo o effettuare un pagamento. Fare passi avanti in questo campo vuol dire aiutare concretamente le imprese ed aumentare la propria attrattiva per nuovi investimenti, quanto mai auspicati. Come Paese abbiamo ampi margini di miglioramento in questi ambiti e dobbiamo quanto accelerare il processo culturale di digitalizzazione.

Comunicato stampa
OSLA