Logo San Marino RTV

Pdcs: le interpellanze presentate in aula

9 mag 2018
Pdcs: le interpellanze presentate in aula
Vista la Legge 11 Maggio 2015 N.67 “Legge di Spesa Pluriennale per la realizzazione di infrastrutture e opere pubbliche” per finanziare la completa progettazione e la realizzazione di infrastrutture ed opere pubbliche ritenute strategiche e prioritarie, sia per lo sviluppo e l’ammodernamento del Paese sia per conseguire la razionalizzazione della spesa pubblica, individuate nel piano pluriennale degli investimenti approvato con Ordine del Giorno del Consiglio Grande e Generale del 22 dicembre 2014, con particolare riferimento alla realizzazione del Campus Scolastico a Fonte dell’Ovo, del Polo della Sicurezza, dei Parcheggi di Piazzale Giangi in Città e di Borgo Maggiore e della nuova sede di San Marino RTV, nonché alla ristrutturazione del nuovo Polo Servizi di Valdragone;

Vista la delibera dell’On.le Congresso di Stato n.40 del 1 Agosto 2016 con la quale è stato conferito l’incarico professionale all’architetto Cesare Burdese per lo studio di fattibilità propedeutico all’elaborazione progettuale del nuovo Istituto dententivo nonché incaricato un Gruppo di lavoro (composto da: un delegato della Segreteria di Stato per il Territorio e Ambiente; un delegato della Segreteria di Stato per gli Affari Interni e Giustizia; il Comandante del Corpo della Gendarmeria o suo delegato; il Comandante del Corpo di Polizia Civile o suo delegato; il Comandante del Nucleo Uniformato della Guardia di Rocca o suo delegato; il Dirigente dell’Ufficio Progettazione o suo delegato), per definire gli indirizzi e gli obiettivi ai quali dovrà attenersi la progettazione del nuovo istituto detentivo nonché di coadiuvare l’architetto Cesare Burdese nell’elaborazione della progettazione del nuovo “Istituto detentivo” della Repubblica di San Marino; l’incarico ha previsto un compenso all’architetto Cesare Burdese di €.33.000,00;

Vista inoltre la delibera dell’On.le Congresso di Stato n.61 del 22 Agosto 2016 con la quale è stata autorizzata l’emissione, da parte del Dipartimento Funzione Pubblica, di un bando pubblico per la ricerca di un immobile o di un complesso immobiliare (fabbricato o più fabbricati contigui) da destinare a sede dell’Ufficio Registro Automezzi e Trasporti;

Vista altresì la delibera dell’On.le Congresso di Stato n.21 del 25 Aprile 2017 con la quale sono state adottate le linee di indirizzo per la progettazione del nuovo istituto detentivo della Repubblica di San Marino, redatte in data 10 aprile 2017 dal Gruppo di Lavoro incaricato con la precedente delibera n. 40 del 10 agosto 2016;

Vista infine la delibera di orientamento n.5 della Commissione per le Politiche Territoriali assunta nella seduta del 11 Agosto 2017 relativa alla Variante al Piano Particolareggiato della Zona A103 Centro Storico di San Marino Città, esclusivamente per il Carcere dei Capuccini e per le aree limitrofe e la successiva adozione del progetto da parte della stessa CPT nella seduta del 29 Marzo u.s.;

si INTERPELLA il Congresso di Stato per richiedere:

copia del disciplinare di incarico sottoscritto tra il Segretario di Stato con delega al Territorio e Ambiente e l’architetto Cesare Burdese in attuazione della delibera dell’On.le Congresso di Stato n.40 assunta nella seduta del 1 Agosto 2016;

copia dello studio di fattibilità propedeutico all’elaborazione progettuale del nuovo Istituto dententivo redatto dall’architetto Cesare Burdese; si chiede copia dei progetti e della eventuale relazione tecnica allegata;

copia delle linee di indirizzo per la progettazione del nuovo istituto detentivo della Repubblica di San Marino, redatte in data 10 aprile 2017 dal Gruppo di Lavoro incaricato con la precedente delibera n. 40 del 10 agosto 2016;

copia del progetto di ampliamento e di sistemazione degli spazi interni dell’attuale istituto detentivo sito in Città, denominato “Carcere dei Capuccini” redatto dai tecnici dell’Ufficio Progettazione;

copia del bando pubblico per la ricerca di un immobile o di un complesso immobiliare (fabbricato o più fabbricati contigui) da destinare a sede dell’Ufficio Registro Automezzi e Trasporti;

si interpella altresì il Congresso di Stato per conoscere:

i contenuti degli incontri tecnici effettuati dal Gruppo di Lavoro incaricato con la precedente delibera n. 40 del 10 agosto 2016;

se l’incarico conferito all’architetto Cesare Burdese risulta essere definitivamente espletato o se risulta essere terminata la Fase 1; se restano da terminare delle ulteriori fasi ed in che cosa consistono;

se lo studio di fattibilità propedeutico all’elaborazione progettuale del nuovo Istituto dententivo redatto dall’architetto Cesare Burdese è da intendersi superato dal progetto di ampliamento e di sistemazione degli spazi interni dell’attuale istituto detentivo sito in Città, denominato “Carcere dei Capuccini” redatto dai tecnici dell’Ufficio Progettazione;

se le somme precedentemente destinate con delibera del Congresso di Stato n.39 del 10 Agosto 2016 per la costruzione dell’Istituto detentivo di Murata risultano essere state poste a residuo oppure se risultano essere state destinate per altre opere e per quali opere;

con quale intervento normativo è stato possibile effettuare la modifica dei fondi precedentemente stanziati per l’Istituto detentivo di Murata;

se il progetto redatto dai tecnici dell’Ufficio Progettazione risulta essere rispondente delle normative internazionali relative agli istituti carcerari e se per tale progetto la Commissione ha espresso un parere in merito:

San Marino, 7 Maggio 2018

Per il Gruppo del Partito Democratico Cristiano Sammarinese

Il Consigliere Stefano Canti

Il Consigliere Gian Carlo Venturini

Il Consigliere Oscar Mina

Il Consigliere Pasquale Valentini

Il Consigliere Francesco Mussoni

Il Consigliere Massimo Andrea Ugolini

Il Consigliere Alessandro Cardelli

Si associa per risposta scritta il Consigliere Mariella Mularoni


Visti gli interventi infrastrutturali racchiusi nel “Progetto San Marino Capitale” con cui la Coalizione San Marino Prima di Tutto si è presentata ai cittadini alle ultime elezioni politiche, si interpella il Governo per conoscere se il Congresso di Stato, per tramite del Segretario di Stato con delega al Territorio, intende affidare un incarico professionale o se intende emettere un bando di concorso internazionale per l’elaborazione del Piano Particolareggiato dell’Area a Progetto Speciale Architettonico Piazzale Cava degli Umbri e Piazzale Cava Antica nel Centro Storico di San Marino. Di seguito relazioniamo brevemente sugli atti amministrativi approvati dal Consiglio Grande e Generale e dal Congresso di Stato in merito a tale progetto:

Vista la Legge 22 Dicembre 2011 N.200 ed in particolare il suo Allegato “Z” che prevede quale opera pubblica strategica per lo sviluppo dei settori turistico e commerciale la Riqualificazione urbanistica dell’area “Cava Antica e Cava degli Umbri”;

Considerato che la Commissione per le Politiche Territoriali nella seduta del 19 Maggio 2010 ha approvato definitivamente la Variante al Piano Particolareggiato della Zona A103 Centro Storico di San Marino Città e dei Piani Particolareggiati delle Vie di Interesse Turistico e le relative Norme Tecniche di Attuazione la cui Tavola P5 prevede, in riferimento alle Zone Urbanistiche denominate A.P.S.A. Cava degli Umbri e A.P.S.A. Cava Antica, la riqualificazione urbanistica delle predette aree e la realizzazione di un infrastruttura da destinare al benessere;

Vista la delibera dell’On.le Congresso di Stato n.14 del 6 Dicembre 2011 con la quale ha autorizzato la Segreteria di Stato per il Territorio e l’Ambiente, l’Agricoltura e i Rapporti con l’A.A.S.P. ad emettere il Bando di Concorso di idee volto all’elaborazione del Piano Particolareggiato dell’Area a Progetto Speciale Architettonico Piazzale Cava degli Umbri e Piazzale Cava Antica nel Centro Storico di San Marino;

Visto l’esito del predetto Bando di Concorso di Idee in cui sono state numerose le proposte avanzate dai tecnici e le idee da cui prendere spunto in particolare per la completa riqualificazione dell’area e per le infrastrutture da realizzare e ritenute strategiche per l’accoglienza e la sta del turista a San Marino;

Considerato altresì che il Consiglio Grande e Generale nella seduta del 22 dicembre 2014 ha approvato un ulteriore Ordine del Giorno nel quale ha riconfermato la necessità di riqualificare le predette aree ed individuato come modalità di finanziamento delle opere il ricorso ad imprenditori esterni;

Considerato altresì che una parte della predetta area (Campo Bruno Reffi) risulta essere già stata riqualificata mediante un intervento di demolizione dei campi da tennis e la realizzazione di un’area verde destinata all’utilizzo di eventi;

Valutato infine che anche le Associazioni di Categoria del Turismo stanno richiedendo incontri al Segretario di Stato Michelotti al fine di capire quali interventi infrastrutturali strategici sono stati previsti nel nuovo PRG per il rilancio del comparto Turistico – Commerciale;

In relazione a quanto sopra descritto, si interpella il Congresso di Stato per conoscere:

se il Governo intende procedere con l’emissione di un Bando per l’elaborazione del Piano Particolareggiato dell’Area a Progetto Speciale Architettonico Piazzale Cava Antica (P.6) e del Piano Particolareggiato dell’Area a Progetto Speciale Architettonico Piazzale Cava degli Umbri (P.7) nel Centro Storico di San Marino;
se il Governo intende finanziare la progettazione e la realizzazione delle opere relative alla riqualificazione urbanistica dell’area “Cava Antica e Cava degli Umbri” con la seconda trance del finanziamento di cui alla Legge di spesa n.67/2015;
se il materiale depositato in relazione al Bando di Concorso di Idee volto all’elaborazione del Piano Particolareggiato dell’Area a Progetto Speciale Architettonico Piazzale Cava degli Umbri e Piazzale Cava Antica nel Centro Storico di San Marino (di cui alla delibera del Congresso di Stato n.14 del 6 Dicembre 2011) è stato sottoposto ai tecnici incaricati a redigere il nuovo Strumento di Pianificazione Generale del Territorio o al Gruppo di Lavoro incaricato a coordinare lo staff dell’arch. Stefano Boeri e se è intenzione di riconfermare tale intervento nell’ambito del progetto generale del territorio;
se risultano essere in atto, presso l’Ufficio Progettazione o in procinto di essere incaricati tecnici privati, relativamente ad ulteriori opere di sistemazione dell’area denominata Campo Bruno Reffi (sistemazione del manto della pista di pattinaggio, consolidamento del paramento murario di contenimento della pista da pattinaggio, ecc…); in caso di risposta affermativa si chiede di copia della relativa documentazione o progetti;
come avverrà il finanziamento delle opere di cui al punto precedente;

San Marino, 7 Maggio 2018

Per il Gruppo del Partito Democratico Cristiano Sammarinese

Il Consigliere Stefano Canti

Il Consigliere Gian Carlo Venturini

Il Consigliere Oscar Mina

Il Consigliere Pasquale Valentini

Il Consigliere Francesco Mussoni

Il Consigliere Massimo Andrea Ugolini

Il Consigliere Alessandro Cardelli

Si associa per risposta scritta il Consigliere Mariella Mularoni

Vista la delibera dell’On.le Congresso di Stato n.35 del 1 Marzo 2018 con la quale è stata approvato integralmente il testo della convenzione portante l’impegno da parte dell’Ecc.ma Camera della Repubblica di San Marino, di concedere alla GDT Service srl, per un periodo di anni cinque, con decorrenza dal 15 marzo 2018, l’uso esclusivo e gratuito, di parte dell’immobile distinto catastalmente al Foglio di Mappa 43 particella n.128 denominato “Centro Congressi Kursaal” al fine di affidare la gestione dell’attività congressuale alla predetta Società GDT Service srl;

considerato che l’immobile di proprietà dell’Ecc.ma Camera denominato “Centro Congressi Kursaal” rappresenta una importante infrastruttura a sostegno del Comparto Turistico e Commerciale del Centro Storico della Città di San Marino e più in generale per il settore Congressuale;


si interpella il Congresso di Stato per richiedere:

copia della convenzione sottoscritta tra l’Ecc.ma Camera della Repubblica di San Marino rappresentata dai Sindaci di Governo e la Società GDT Service srl in attuazione della delibera dell’On.le Congresso di Stato n.35 assunta nella seduta del 1 Marco 2018;
copia della deliberazione assunta dalla Commissione di Controllo della Finanza Pubblica;


si interpella altresì il Congresso di Stato per conoscere:

l’oggetto sociale della Società GDT Service srl; e di ricevere copia dell’atto costitutivo della predetta Società;
il numero dei dipendenti in attività presso la Società GDT Service srl; ed il numero di dipendenti che saranno chiamati a lavorare all’interno della struttura del Centro Congressi Kursaal;
quali locali sono stati concessi in uso esclusivo e gratuito all’interno dell’immobile denominato “Centro Congressi Kursaal”; si chiede copia dell’elaborato di progetto allegato alla convenzione come indicato nella delibera del Congresso di Stato n.35 del 1 Marco 2018;
se, in caso di manifestazioni o di eventi di interesse pubblico, l’Ecc,ma Camera della Repubblica di San Marino per tramite della Segreteria di Stato per il Turismo, dovrà procedere al pagamento degli oneri relativamente all’affitto dei locali;
se le Associazioni di categoria del Turismo hanno la possibilità di collaborare con la Società GDT Service srl nell’organizzazione degli eventi che verranno programmati all’interno del Centro Congressi Kursaal.


San Marino, 7 Maggio 2018

Per il Gruppo del Partito Democratico Cristiano Sammarinese

Il Consigliere Stefano Canti

Il Consigliere Gian Carlo Venturini

Il Consigliere Oscar Mina

Il Consigliere Pasquale Valentini

Il Consigliere Francesco Mussoni

Il Consigliere Massimo Andrea Ugolini

Il Consigliere Alessandro Cardelli

Si associa per risposta scritta il Consigliere Mariella Mularoni

Visti gli interventi infrastrutturali racchiusi nel “Progetto San Marino Capitale” con cui la Coalizione San Marino Prima di Tutto si è presentata ai cittadini alle ultime elezioni politiche, si interpella il Governo per conoscere se il Congresso di Stato, per tramite del Segretario di Stato con delega al Territorio, intende procedere con l’approvazione della Variante al Piano Particolareggiato della Zona R226 San Marino Città e con la realizzazione dell’allestimento museale all’interno della ex galleria ferraviaria “Il Montale” San Marino Città;. Di seguito relazioniamo brevemente sugli atti amministrativi approvati dal Consiglio Grande e Generale e dal Congresso di Stato in merito a tale progetto:

Vista la Legge 22 Dicembre 2011 N.200 ed in particolare il suo Allegato “Z” che prevede quale opera pubblica strategica per lo sviluppo dei settori turistico e commerciale la riconversione dell’area del Piazzale della Stazione e del piazzale frontistante via Napoleone Bonaparte quale terminal degli autobus;

Vista la delibera dell’On.le Congresso di Stato n.15 del 22 Dicembre 2011 con la quale è stato disposto il conferimento dell’incarico professionale all’arch. Mirco Semprini ed all’Ing Eleonora Guidi per redigere la Variante al Piano Particolareggiato della Zona R226 San Marino Città (ex Stazione) e dela Piano Particolareggiato dell’Area a Progetto Speciale Parcheggio Piazzale della Stazione (APSA 3);

Vista la delibera dell’On.le Congresso di Stato n.72 del 30 Luglio 2012 con la quale è stato disposto il conferimento dell’incarico professionale all’arch. Lucia Ceccoli per redigere il un progetto architettonico definitivo ed esecutivo nonché direzione lavori relativo alla realizzazione di un allestimento museale all’interno della ex galleria ferroviaria “Il Montale”, San Marino Città;

Vista altresì la delibera dell’On.le Congresso di Stato n.25 del 6 Agosto 2013 con la quale è stata autorizzata un'integrazione dell’incarico professionale al Dott. Arch. Lucia Ceccoli per la ricerca del materiale storico da esporre nel museo da allestire all’interno della galleria ferroviaria “Il Montale”, San Marino Città;

Vista la Concessione Edilizia prot.n.CON/8688 per allestimento museale della ex galleria ferroviaria “Il Montale”, San Marino Città ed il progetto prot.n.CPT/167 approvato definitivamente dalla Commissione per le Politiche Territoriali in data 4 Ottobre 2013 il quale prevede il prolungamento del tracciato del trenino bianco azzurro fino al parcheggio del piazzale della stazione;

Considerato altresì che il Consiglio Grande e Generale nella seduta del 22 dicembre 2014 ha approvato un ulteriore Ordine del Giorno nel quale ha riconfermato i summenzionati interventi infrastrutturali;

Considerata la necessità di realizzare i predetti interventi quanto prima al fine di realizzare delle infrastrutture che possano attirare turisti in una zona del Centro Storico che purtroppo giorno dopo giorno viene tagliata fuori dalle zone di interesse turistico e dove tante attività commerciali hanno chiuso ed altre sono in procinto di chiudere;

Valutato infine che anche le Associazioni di Categoria del Turismo stanno richiedendo incontri al Segretario di Stato Michelotti al fine di capire quali interventi infrastrutturali strategici sono stati previsti nel nuovo PRG per il rilancio del comparto Turistico – Commerciale;

In relazione a quanto sopra descritto, si interpella il Congresso di Stato per conoscere:

se il Governo intende finanziare la realizzazione dell’allestimento museale all’interno della ex galleria ferroviaria “Il Montale”, San Marino Città come da progetto realizzato dall’architetto Lucia Ceccoli;
i costi relativi alla realizzazione dell’allestimento museale all’interno della ex galleria ferroviaria “Il Montale”, San Marino Città e gli stanziamenti effettuati dal Congresso di Stato nel bilancio dell’AASLP per la realizzazione della predetta opera;
le ragioni per cui la galleria ferroviaria “Il Montale” risulta essere chiusa anziché essere aperta al passaggio della cittadinanza e dei turisti; se il cantiere per la messa in sicurezza della stessa galleria è ancora aperto e per quali ragioni non vengono terminati i lavori di messa in sicurezza;
che tipo di interventi sono previsti sull’area del piazzale della stazione ricompresi nella Variante al Piano Particolareggiato della Zona R226 San Marino Città (ex Stazione) e dal Piano Particolareggiato dell’Area a Progetto Speciale Parcheggio Piazzale della Stazione (APSA 3) redatto dall’arch. Mirco Semprini e dall’ing. Eleonora Guidi;
se il Governo intende finanziare la progettazione e la realizzazione delle opere relative alla Variante al Piano Particolareggiato della Zona R226 San Marino Città (ex Stazione) e del Piano Particolareggiato dell’Area a Progetto Speciale Parcheggio Piazzale della Stazione (APSA 3) redatto dall’arch. Mirco Semprini e dall’ing. Eleonora Guidi;
se il materiale relativo all’allestimento museale all’interno della ex galleria ferroviaria “Il Montale”, San Marino Città è stato sottoposto ai tecnici incaricati a redigere il nuovo Strumento di Pianificazione Generale del Territorio o al Gruppo di Lavoro incaricato a coordinare lo staff dell’arch. Stefano Boeri e se è intenzione di riconfermare tale intervento nell’ambito del nuovo Piano Regolatore Generale;
se il materiale relativo alla Variante al Piano Particolareggiato della Zona R226 San Marino Città (ex Stazione) e dal Piano Particolareggiato dell’Area a Progetto Speciale Parcheggio Piazzale della Stazione (APSA 3) redatti dall’arch. Mirco Semprini e dall’ing. Eleonora Guidi sono stati sottoposti ai tecnici incaricati a redigere il nuovo Strumento di Pianificazione Generale del Territorio o al Gruppo di Lavoro incaricato a coordinare lo staff dell’arch. Stefano Boeri e se è intenzione di riconfermare tale intervento nell’ambito del nuovo Piano Regolatore Generale;
se, relativamente alle aree in oggetti, i tecnici incaricati a redigere il nuovo Strumento di Pianificazione Generale del Territorio o il Gruppo di Lavoro incaricato a coordinare lo staff dell’arch. Stefano Boeri stanno lavorando a progetti diversi rispetto a quelli già presentati;
a quanto ammontano i finanziamenti delle opere previste dai progetti di cui ai punti 7 e 8 e come avranno luogo i finanziamenti per la realizzazione delle opere;

San Marino, 7 Maggio 2018

Per il Gruppo del Partito Democratico Cristiano Sammarinese

Il Consigliere Stefano Canti

Il Consigliere Gian Carlo Venturini

Il Consigliere Oscar Mina

Il Consigliere Pasquale Valentini

Il Consigliere Francesco Mussoni

Il Consigliere Massimo Andrea Ugolini

Il Consigliere Alessandro Cardelli

Si associa per risposta scritta il Consigliere Mariella Mularoni

Vista la Legge 11 Maggio 2015 N.67 “Legge di Spesa Pluriennale per la realizzazione di infrastrutture e opere pubbliche” per finanziare la completa progettazione e la realizzazione di infrastrutture ed opere pubbliche ritenute strategiche e prioritarie, sia per lo sviluppo e l’ammodernamento del Paese sia per conseguire la razionalizzazione della spesa pubblica, individuate nel piano pluriennale degli investimenti approvato con Ordine del Giorno del Consiglio Grande e Generale del 22 dicembre 2014, con particolare riferimento alla realizzazione del Campus Scolastico a Fonte dell’Ovo, del Polo della Sicurezza, dei Parcheggi di Piazzale Giangi in Città e di Borgo Maggiore e della nuova sede di San Marino RTV, nonché alla ristrutturazione del nuovo Polo Servizi di Valdragone;

Valutato che la prima parte del finanziamento pluriennale per la realizzazione di infrastrutture e opere pubbliche, pari ad €.10.000.000,00, è stato così suddiviso:
con delibera dell’On.le Congresso di Stato n.39 del 10 Agosto 2016 è stata autorizzata la destinazione dei fondi di cui alla Legge 11 Maggio 2015 N.67 per un importo complessivo di €.4.000.000,00 in:
Istituto detentivo, Murata €.1.000.000,00;
Parcheggio multipiano, Borgo Maggiore €.1.700.000,00;
Parcheggio multipiano, Piazzale Giangi – Città €.150.000,00;
Campus Scolastico, Fonte dell’Ovo €.150.000,00;
Polo Servizi, Valdragone €.500.000,00;
Archivio di Stato, Cà Martino €.500.000,00;
con delibera dell’On.le Congresso di Stato n.119 del 29 Dicembre 2016 è stata autorizzata la rettifica dei fondi (di cui alla Legge 11 Maggio 2015 N.67) precedentemente destinati con la delibera sopra menzionata in:
Parcheggio Multipiano, Piazzale Giangi – Città - €.150.000,00;
Campus Scolastico, Fonte dell’Ovo - €.150.000,00;
Parcheggio multipiano, Borgo Maggiore +€.300.000,00;
con il comma 4 dell’articolo 12 della Legge 21 Dicembre 2016 n.144, l’importo di €.3.500.000,00 è stato destinato, in deroga all’articolo 1 della Legge n.67/2015, al finanziamento delle opere di investimento dell’AASLP per l’anno 2017 anziché essere destinato al finanziamento delle infrastrutture e opere pubbliche individuate nel piano pluriennale degli investimenti approvato con Ordine del Giorno del Consiglio Grande e Generale del 22 dicembre 2014;
con delibera dell’On.le Congresso di Stato n.144 del 29 Dicembre 2017 è stata autorizzata la destinazione dei restanti fondi di cui alla Legge 11 Maggio 2015 N.67 per un importo complessivo di €.2.500.000,00 in:
Polo Servizi, Valdragone €.1.000.000,00;
Parcheggio multipiano, Borgo Maggiore €.1.300.000,00;
Campus Scolastico, Fonte dell’Ovo €.200.000,00;

Poichè dalle delibere del Congresso di Stato sopra citate si evince che dei €.10.000.000,00 relativi alla prima parte del finanziamento pluriennale, solo €.6.500.000,00 sono stati destinati alla realizzazione dei progetti individuati dalla Legge 11 Maggio 2015 N.67 “Legge di Spesa Pluriennale per la realizzazione di infrastrutture e opere pubbliche”, ed i restanti €.3.500.000,00 sono stati destinati al finanziamento delle opere di investimento dell’AASLP;

Valutato altresì che con l’articolo 20 della Legge 7 Agosto 2017 n.94, la seconda parte del finanziamento pluriennale (di cui alla Legge 11 Maggio 2015 N.67), per la realizzazione di infrastrutture e opere pubbliche pari ad €.10.000.000,00, è stato posticipato all’anno 2018;

Considerato inoltre che i partiti di opposizione dall’inizio di legislatura non sono stati informati sullo stato di avanzamento della progettazione degli interventi infrastrutturali e sulla realizzazione degli stessi, nonostante ripetuti solleciti e richieste di chiarimenti anche alla luce dei progetti depositati alla data del 30 Giugno 2017 relativi alla Fase 2 dell’incarico conferito alla Società Stefano Boeri Architetti srl, alla Società Nuova Qualità Ambiente srl e alla Società MobilityinChain srl per la redazione del nuovo Strumento di Pianificazione Generale del Territorio;

Valutato infine che anche le Associazioni di Categoria del Turismo stanno richiedendo incontri al Segretario di Stato Michelotti al fine di capire quali interventi infrastrutturali strategici sono stati previsti nel nuovo PRG per il rilancio del comparto Turistico – Commerciale;

Alla luce delle suddette considerazioni, si INTERPELLA il Congresso di Stato per conoscere per:

PARCHEGGIO MULTIPIANO DI BORGO MAGGIORE:
A che punto è la progettazione del Parcheggio Multipiano di Borgo Maggiore da realizzarsi in Campo della Fiera; se sono stati incaricati tecnici privati per la progettazione architettonica o esecutiva del progetto o se il progetto è in corso di redazione da parte dei tecnici dell’Ufficio Progettazione; in caso di progetti non ancora definitivi o di relazioni tecniche redatte pronte per essere rese pubbliche o già rese pubbliche, si chiede copia della relativa documentazione (progetti e relazioni); si chiede altresì di conoscere i progetti già presentati relativi al medesimo intervento e depositate presso la Segreteria di Stato per il Territorio o presso l’Ufficio di Pianificazione Territoriale o presso l’Ufficio Progettazione e di riceverne copia di ciascuno; se l’opera infrastrutturale in oggetto è stata sottoposta ai tecnici incaricati a redigere il nuovo Strumento di Pianificazione Generale del Territorio e se si intende riconfermarlo nell’ambito di tale progetto;
PARCHEGGIO MULTIPIANO DI PIAZZALE GIANGI:
A che punto è la progettazione del Parcheggio Multipiano di Piazzale Giangi da realizzarsi all’interno del Parcheggio 2, San Marino Città, in conformità al Piano Particolareggiato dell’Area a Progetto Speciale di cui alla Variante al Piano Particolareggiato della Zona A103 Centro Storico di San Marino Città e dei Piani Particolareggiati delle Vie di Interesse Turistico; se sono stati incaricati tecnici privati per la progettazione architettonica o esecutiva del progetto o se il progetto è in corso di redazione da parte dei tecnici dell’Ufficio Progettazione; in caso di progetti non ancora definitivi o di relazioni tecniche redatte pronte per essere rese pubbliche o già rese pubbliche, si chiede copia della relativa documentazione (progetti e relazioni); si chiede altresì di conoscere i progetti già presentati relativi al medesimo intervento e depositate presso la Segreteria di Stato per il Territorio o presso l’Ufficio di Pianificazione Territoriale o presso l’Ufficio Progettazione e di riceverne copia di ciascuno; se l’opera infrastrutturale in oggetto è stata sottoposta ai tecnici incaricati a redigere il nuovo Strumento di Pianificazione Generale del Territorio e se si intende riconfermarlo nell’ambito di tale progetto;
CAMPUS SCALASTICO DI FONTE DELL’OVO:
A che punto è la progettazione del Campus Scolastico di Fonte dell’Ovo; se sono stati incaricati tecnici privati per la progettazione architettonica o esecutiva del progetto o se il progetto è in corso di redazione da parte dei tecnici dell’Ufficio Progettazione o se è stato incaricato un Gruppo di lavoro per verificare la fattibilità dell’intervento; in caso di progetti non ancora definitivi o di relazioni tecniche redatte pronte per essere rese pubbliche o già rese pubbliche, si chiede copia della relativa documentazione (progetti e relazioni); se è da ritenersi superata la delibera di orientamento adottata dalla Commissione per le Politiche Territoriali approvata in data 7 Ottobre 2010, se corrisponde al vero che l’idea del Governo è quella di spostare presso il nuovo polo scolastico anche l’Istituto Musicale Sammarinese ed il Centro di Formazione Professionale; si chiede altresì di conoscere i progetti o studi di fattibilità già presentati relativi al medesimo intervento e depositati presso la Segreteria di Stato per il Territorio o presso l’Ufficio di Pianificazione Territoriale o presso l’Ufficio Progettazione e di riceverne copia di ciascuno; se l’opera infrastrutturale in oggetto è stata sottoposta ai tecnici incaricati a redigere il nuovo Strumento di Pianificazione Generale del Territorio e se si intende riconfermarlo nell’ambito di tale progetto;
POLO SERVIZI DI VALDRAGONE:
A che punto è la progettazione del Polo Servizi di Valdragone; se sono stati incaricati tecnici privati per la progettazione architettonica o esecutiva del progetto o se il progetto è in corso di redazione da parte dei tecnici dell’Ufficio Progettazione; in caso di progetti non ancora definitivi o di relazioni tecniche redatte pronte per essere rese pubbliche o già rese pubbliche, si chiede copia della relativa documentazione (progetti e relazioni); si chiede altresì di conoscere i progetti già presentati relativi al medesimo intervento e depositate presso la Segreteria di Stato per il Territorio o presso l’Ufficio di Pianificazione Territoriale o presso l’Ufficio Progettazione e di riceverne copia di ciascuno; si chiede inoltre di conoscere la futura destinazione degli spazi interni ed a chi verranno assegnati;
ARCHIVIO DI STATO - CA’ MARTINO:
A che punto è la progettazione dell’Archivio di Stato di Cà Martino; se sono stati incaricati tecnici privati per la progettazione architettonica o esecutiva del progetto o se il progetto è in corso di redazione da parte dei tecnici dell’Ufficio Progettazione; in caso di progetti non ancora definitivi o di relazioni tecniche redatte pronte per essere rese pubbliche o già rese pubbliche, si chiede copia della relativa documentazione (progetti e relazioni); si chiede altresì di conoscere i progetti già presentati relativi al medesimo intervento e depositate presso la Segreteria di Stato per il Territorio o presso l’Ufficio di Pianificazione Territoriale o presso l’Ufficio Progettazione e di riceverne copia di ciascuno; si chiede inoltre di conoscere la futura destinazione degli spazi interni ed a chi verranno assegnati;

si interpella inoltre il Congresso di Stato per conoscere:

come intende il Congresso di Stato destinare la seconda parte del finanziamento pluriennale (di cui alla Legge 11 Maggio 2015 N.67), per la realizzazione di infrastrutture e opere pubbliche pari ad €.10.000.000,00, o meglio per quali opere pubbliche; oltre alla singola opera si chiede di indicare anche i relativi importi;

se risulta essere stato acceso un finanziamento con un istituto di credito Sammarinese e le modalità finanziarie e gestionali del finanziamento pluriennale dai sensi della Legge 11 Maggio 2015 N.67 erogato per la realizzazione delle opere pubbliche e le modalità di accesso dei capitali; o se gli oneri finanziari posti a carico della prima parte del finanziamento risultano essere stati depositati su un capitolo del bilancio;

San Marino, 7 Maggio 2018

Per il Gruppo del Partito Democratico Cristiano Sammarinese

Il Consigliere Stefano Canti

Il Consigliere Gian Carlo Venturini

Il Consigliere Oscar Mina

Il Consigliere Pasquale Valentini

Il Consigliere Francesco Mussoni

Il Consigliere Massimo Andrea Ugolini

Il Consigliere Alessandro Cardelli

Si associa per risposta scritta il Consigliere Mariella Mularoni