Logo San Marino RTV

La posizione di Nuova San Marino su Banca Centrale

2 giu 2016
La posizione di Nuova San Marino su Banca Centrale
Abbiamo atteso qualche giorno per vedere se ci fosse stata qualche reazione. Invece nulla. Nessuna forza politica né di Governo né di opposizione ha battuto ciglio, a conferma che la politica nel nostro Paese è ormai una sconosciuta.

Eppure, la notizia dell’approvazione del Bilancio di Banca Centrale Sammarinese con un passivo di 3,5 Milioni di Euro era di quelle che non poteva passare inosservata.

E allora, se tutti gli altri se ne stanno zitti, siamo noi che esprimiamo tutto il nostro disappunto per un andazzo davvero incredibile.

E’ stato creato un apparato gigantesco con decine e decine di dipendenti che affollano gli uffici di Banca Centrale, per svolgere un’azione di vigilanza e di controllo circoscritto ormai ad un sistema bancario nazionale ridotto praticamente a cinque istituti bancari.

In un momento in cui la crisi economica tocca buona parte dei cittadini e delle loro famiglie, a cui si chiedono sacrifici nonostante il potere di acquisto dei propri stipendi sia in questi anni diminuito, troviamo inaccettabile che ci siano repubbliche nella Repubblica di San Marino, dove regna un’altra dimensione, dove non sono previsti sacrifici, fatta di lauti stipendi, e di premi di produzione riconosciuti nonostante l’esito finale sia il deficit di Tremilionicinquecentomila Euro.

Riteniamo che, anche visti i risultati ottenuti sul piano dell’immagine della Repubblica di San Marino rispetto al contesto italiano ed internazionale, la Banca Centrale Sammarinese debba essere oggetto di attenzione da parte della politica, che deve necessariamente giungere al dimensionamento dell’intera struttura rispetto alla concreta realtà costituita dalla Repubblica di San Marino.

La pazienza dei sammarinesi è notevole, ma a tutto c’è un limite!