Logo San Marino RTV

Poste SPA, se il Governo blocca l'esecutività del Decreto lo sciopero si può revocare

10 mag 2019
Poste SPA, se il Governo blocca l'esecutività del Decreto lo sciopero si può revocare

Se il Governo è perplesso per lo sciopero, i lavoratori da parte loro sono estremamente preoccupati. Nonostante le dichiarazioni di buona volontà, alle richieste del Sindacato e dei dipendenti non è arrivata nessuna risposta positiva da parte dell'Esecutivo. Per di più l'incontro informale tra Governo e Sindacato convocato per lo scorso lunedì, è stato rimandato, e questo non è un segale positivo. Anche se il Governo dice che non porterà a ratifica il contestatissimo Decreto n. 60/2019 - che inserisce all’interno delle Poste il contratto privato dei servizi, a cui sono stati obbligati a sottostare i precari e i futuri assunti - intanto lo stesso Decreto è diventato esecutivo; in tal senso, attualmente vengono già applicati due contratti diversi - uno pubblico e uno privato - per dipendenti che, all'interno delle Poste SPA, svolgono le stesse mansioni. Questa è una cosa gravissima e inaccettabile! Riguardo a diversi aspetti del servizio, molte richieste formali delle OO.SS sono rimaste senza risposta, tra cui la modifica degli orari di apertura degli uffici postali, per i quali non c'è stata nessuna comunicazione né trattativa. In merito alla riorganizzazione delle zone postali, sia la Direzione Poste che la politica hanno negato il confronto; da parte sua la Direzione ha risposto che essendo questo servizio diventato una SPA, per le Poste non era necessario nessun confronto o accordo! Se l'Esecutivo si preoccupa per lo sciopero, sappia che in realtà è molto facile che possa essere revocato; basta una semplice comunicazione in cui ci informa di voler accogliere le richieste della CSU e dei lavoratori. In assenza di risposte positive da parte del Governo, resta confermata la settimana di astensione dal normale orario di lavoro, da lunedì 13 a venerdì 17 compreso, il cui i dipendenti del settore poste si asterranno dal lavoro ogni giorno per 3/4 ore non continuative.

Federazioni Pubblico Impiego CSU Federazioni Servizi CSU