Logo San Marino RTV

Questione titoli: la posizione del Congresso di Stato

8 mag 2018
Questione titoli: la posizione del Congresso di Stato
In merito alla cosiddetta “Questione titoli” ed alle dichiarazioni rilasciate nella giornata di lunedì 7 maggio durante la seduta del Consiglio Grande e Generale da parte del Consigliere Giancarlo Venturini e di altri Consiglieri, il Congresso di Stato tiene a specificare quanto segue.
Già nella mattinata di lunedì u.s., come dichiarato dal Governo nel comma comunicazioni del Consiglio Grande e Generale, il Congresso di Stato, circa la cd “Questione titoli”, ha provveduto ad incaricare il Segretario di Stato agli Affari Interni, per tramite degli uffici competenti, al fine di intraprendere ogni azione utile, qualora vengano evidenziati fatti o condotte che abbiano causato detrimento allo Stato, in tutte le Sedi opportune, a tutela dell’interesse pubblico.
Inoltre, a seguito di quanto intervenuto durante la seduta di lunedì u.s. del Consiglio Grande e Generale, il Congresso di Stato, nella giornata di martedì 8 maggio, ha dato mandato all’Avvocatura di Stato di presentare esposto alla competente Autorità Giudiziaria considerando che le dichiarazioni in ordine al fatto che membri del Comitato per il Credito e Risparmio siano stati raggiunti da comunicazioni giudiziarie sono destituite di ogni fondamento ed altresì che il Consigliere Giancarlo Venturini, nel proprio intervento, denota di conoscere atti giudiziari inerenti procedimenti penali in fase istruttoria, la cui rivelazione potrebbe arrecare danno alle indagini in corso.
Infine, circa la diffusione online di provvedimenti giudiziari, il Congresso di Stato censura con forza la violazione del segreto istruttorio messa in atto, in quanto potrebbe arrecare danno all’indagine stessa e al sereno espletamento dei doveri della Magistratura. In merito a quest’ultimo fatto il Congresso di Stato si riserva ogni ulteriore e più opportuna valutazione.

Cs Congresso di stato