Logo San Marino RTV

Un racconto scritto con le pietre. Note storico architettoniche sulla Chiesa di San Francesco

2 feb 2017
Monofora murata, databile alla prima fase costruttiva della Chiesa di San Francesco.
Monofora murata, databile alla prima fase costruttiva della Chiesa di San Francesco.
Nel 1361 ha inizio la costruzione della Chiesa di San Francesco a San Marino. Nella nuova chiesa, a ridosso delle mura cittadine, si trasferisce la comunità francescana che nel corso del XIII secolo si era insediata nella selva del Serrone a Murata – località che prende nome proprio dalle mura che cingevano la comunità religiosa.
Nel corso dei secoli la chiesa e il convento di San Francesco, in breve inglobati nelle mura di San Marino, hanno subito numerosi cambiamenti, a seguito di ristrutturazioni, rifacimenti e restauri. Insieme ai documenti d’archivio e, per i tempi più recenti, alle fonti fotografiche sono gli edifici stessi a raccontarne le vicende, grazie agli studi di architettura e di archeologia dell’architettura.
Il 9 febbraio 2017, alle ore 18.00, al Museo San Francesco (Via Basilicius – San Marino) verranno ripercorsi i tratti salienti della storia della chiesa proprio a partire dalle sue evidenze materiali: i paramenti murari in conci di pietra del Titano perfettamente squadrati; le buche pontaie; le antiche finestre tamponate; i “simboli” in rilievo o incisi nei conci, interpretati dagli studiosi come motivi decorativi o segni delle maestranze comacine chiamate alla costruzione della chiesa; le lapidi con iscrizioni.
I recenti restauri del tetto della chiesa di San Francesco, resi necessari dopo il “nevone” del 2012 che l’avevano seriamente danneggiato, hanno consentito di analizzare altri aspetti delle diverse fasi costruttive dell’edificio.
Ci accompagneranno alla scoperta di questo racconto scritto con le pietre l’architetto Alessandro Galassi, progettista del recente intervento di restauro della chiesa, e l’archeologo Gianluca Bottazzi, direttore scientifico di numerosi scavi in Repubblica di San Marino e già docente di “Storia degli insediamenti tardoantichi e medievali” all’Università di Parma. Saranno presenti l’arch. Andrea Ugolini e l'arch. Marco Farneti che, insieme ad Alessandro Galassi, hanno curato il progetto di restauro della copertura della chiesa.
L’incontro, organizzato dagli Istituti Culturali (Musei di Stato e Biblioteca di Stato) con la collaborazione dell’Associazione LAPIS, sarà preceduto da un’introduzione del dott. Paolo Rondelli, Direttore degli Istituti Culturali.

Comunicato stampa
ISTITUTI CULTURALI
Dipartimento Cultura e Turismo