Logo San Marino RTV

Riccione: il bilancio estivo della Polizia Municipale

28 set 2018
Riccione: il bilancio estivo della Polizia Municipale
Sono stati 140 gli agenti del Corpo Intercomunale di Polizia Municipale di Riccione impegnati a rotazione nei servizi di prevenzione generale e controllo del territorio nel periodo 15 maggio - 15 settembre. Un’estate caratterizzata da nuove disposizioni con l’introduzione di nuove regolamentazioni, a partire dalle norme ad hoc volte a garantire maggiore decoro ad un tratto di viale Dante. Particolarmente incisivi i controlli effettuati nella zona mare, dove le pattuglie hanno presidiato la spiaggia e il lungomare con gli agenti del NAC e con i bikers, a piedi nelle isole pedonali, con personale dell’ infortunistica stradale e di pronto intervento di Polizia Stradale.



In particole nelle isole pedonali e nelle zone ZTL dei viali Ceccarini, Dante, San Martino e Gramsci sono stati effettuati 155 controlli che hanno prodotto l’accertamento di 28 infrazioni all’art. 20 del Codice della Strada per occupazione di suolo pubblico, 12 per il mancato rispetto delle norme regolamentari a tutela del decoro urbano in viale Dante, nel tratto compreso tra i viali Scarlatti e Bellini, e 33 infrazioni per il mancato pagamento della tassa occupazione suolo pubblico (TOSAP).

Sono state inoltre elevate 7 sanzioni per violazione dell’art.7 al Regolamento di Polizia Urbana per la vendita e detenzione di bevande in bottiglie di vetro, 10 per la vendita di bevande alcoliche, di cui 3 dopo le 24.00 e 7 a minori.



Controlli mirati anche al contrasto all’attività di promozione e vendita di biglietti di locali da ballo e pubblici esercizi effettuati dai Pr .In questo caso sono state accertate 70 violazioni all’art.18 del Regolamento di Polizia Urbana.


Per quanto riguarda il rispetto delle normative nello svolgimento della musica negli orari consentiti ai pubblici esercizi,come previsto dall’art.26 del Regolamento di Polizia Urbana, le sanzioni ammontano a 10.

Oltre ai controlli nelle zone ZTL e in generale nella fascia a mare, dove si registra la maggiore densità di popolazione turistica, gli uomini del NAC (Nucleo Antiabusivismo Commerciale) hanno vigilato e setacciato sette giorni su sette, il litorale in tutta la sua estensione fino a monte con tre pattuglie al giorno suddivise in due turni.



Sono state117 le contestazioni di illeciti amministrativi e penali, oltre un centinaio i sequestri di merce abusiva e con marchio contraffatto per un valore complessivo di oltre 38.000 euro.

Il fenomeno del commercio abusivo in spiaggia, pressoché debellato tranne qualche presenza estemporanea, è stato preso ad esempio questa estate come caso virtuoso dalla tv nazionale svizzera RTS (Radio Télévision Suisse).

L’attività di controllo sulla spiaggia e sul lungomare, considerata di primaria importanza dall’amministrazione, è stata riconosciuta dal Ministero dell’Interno con un contributo erogato nell’ambito del progetto “ Spiagge Sicure”.



Un altro passo in avanti nel controllo del territorio è stato l’avvio del servizio dei “Bikers”, gli agenti in mountain bike operativi sui lungomari pedonali e ciclabili ( Costituzione, Repubblica e Libertà) e sui viali Gramsci, Dante e San Martino. Gli agenti sulle due ruote si sono spostati rapidamente e in maniera capillare in varie zone della città assicurando disponibilità immediata e vicinanza ai cittadini e turisti ad ogni necessità.



Occorre ricordare che per tutta l’estate, in simbiosi con gli agenti del Corpo, ha svolto il suo lavoro egregiamente anche l’agente Ziko, guidato dal suo inseparabile collega - conduttore. Il pastore tedesco impiegato prevalentemente come “agente antidroga” dalla zona Marano a Piazzale Roma in occasione dei grandi appuntamenti musicali di Radio Deejay, fino controlli nelle vecchie colonie, ha permesso grazie al suo immancabile fiuto di individuare e sequestrare piccoli quantitativi di sostanze stupefacenti.



“ Credo sia opportuno evidenziare che il bilancio di stagione estiva ormai conclusa - afferma l’on. Assessore alla Polizia Municipale Elena Raffaelli - in ordine all’attività del Corpo Intercomunale di Polizia Municipale di Riccione consenta alcune considerazioni. Tanto lavoro e una grande organizzazione, con provvedimenti mirati, hanno consentito ai turisti e agli stessi riccionesi di vivere un’estate in tutta sicurezza e nel pieno rispetto delle regole. Possiamo dire di aver raggiunto gli obiettivi che ci eravamo posti.

I controlli lungo i principali assi commerciali all’aperto quest’anno hanno evidenziato che le norme regolamentari per la diffusione di musica, oltre gli orari o i decibel consentiti, sono state meglio recepite rispetto allo scorso anno. Un messaggio partito dall’amministrazione, e che, a step, possiamo affermare sia arrivato. Anche il nuovo regolamento rivolto a dare maggiore decoro ad un tratto di viale Dante, dopo un’iniziale e obbligato periodo di rodaggio, è stato fatto proprio dagli operatori che lo avevano espressamente richiesto, dimostrando senso di collaborazione e responsabilità. Grandi sforzi anche negli altri numerosi settori di controllo, dalla vendita e somministrazione di alcol ai controlli sul litorale da parte dei Nac fino alle campagne mirate, che proseguiremo nei prossimi mesi, per disincentivare ed educare comportamenti scorretti alla guida. Dai piccoli ai grandi eventi l’estate riccionese è stata costellata di innumerevoli iniziative che hanno richiesto un’organizzazione minuziosa della sicurezza senza mai lasciare nulla al caso. E di questo vorrei ringraziare tutti coloro, Prefettura, Questura, la nostra Polizia Municipale, Carabinieri, Finanza, Capitaneria di porto che, assieme ai privati, hanno garantito una stagione di alto profilo. Le criticità, insieme, quando emergono si possono risolvere. Le soluzioni che fanno il bene di Riccione sono convinta siano anche quelle che fanno bene al singolo operatore economico, che sia un commerciante o un proprietario di locale pubblico”.