Logo San Marino RTV

Rimini aderisce al protocollo d’intesa fra i sette Comuni della Romagna “leonardiana”

30 mag 2017
Rimini aderisce al protocollo d’intesa fra i sette Comuni della Romagna “leonardiana”
Questa mattina, nel palazzo comunale di Cesena, è stato l'assessore alle arti Massimo Pulini a firmare l'adesione del Comune di Rimini al protocollo d’intesa fra i sette Comuni della Romagna “leonardiana”, nel Palazzo comunale di Cesena. In vista del 500° anniversario della morte del grande genio rinascimentale, Cesena, Cesenatico, Sogliano al Rubicone, Faenza, Rimini, Imola e Cotignola si sono infatti alleate per sviluppare un piano d’azione congiunto, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare gli aspetti storici, ambientali e culturali della Romagna leonardiana. Nel corso della sua geniale vita il celebre talento, nel 1502, ebbe un importante passaggio anche in Romagna, dove i segni del suo genio sono ancora visibili nel tessuto urbano di varie località della Romagna e riscontrabili anche a Rimini. Tra le azioni previste dal protocollo di intesa l'istituzione di un vero e proprio circuito della Romagna leonardiana, l'attivazione di una rete per la realizzazione di iniziative culturali e di promozione territoriale, la creazione di una partnership a livello internazionale finalizzata, ad esempio, all'inserimento di Rimini e della Romagna nel costituendo itinerario europeo sulle vie di Leonardo.
Come noto, il legame più conosciuto tra Leonardo e Rimini è legato alla fontana di piazza Cavour. Leonardo giunse a Rimini come ingegnere e consigliere militare di Cesare Borgia e rimase colpito dal gioioso suono delle cannelle d’acqua della fontana principale della città, tanto da fargli affermare “Fassi un'armonia con le diverse cadute d'acqua, come vedesti alla fonte di Rimini, come vedesti addì 8 d'agosto 1502”. Una frase ancora incisa su un pannello della fontana.
“Il lascito di Leonardo – è stato il commento di Massimo Pulini, assessore alle arti del Comune di Rimini – non è solo quello materiale, legato alle sue creazioni. C'è anche un lascito immateriale che è legato alla visione del paesaggio, del contesto urbano o del viaggio stesso. Quello del viaggio è stato infatti un tema centrale negli artisti nel rinascimento; l'idea di riprendere quello di Leonardo in Romagna attraverso la sinergia tra i diversi comuni rappresenta una sfida interessante che, per ovvie ragioni, non potrebbe essere affrontata solo da un singolo Comune. Rimini si inserisce a pieno titolo in questo percorso artistico e promozionale in cui crediamo e a cui siamo pronti a dare il nostro contributo”.

L'Ufficio Stampa