Logo San Marino RTV

San Marino ai lavori del Comitato Regionale Europeo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

17 set 2019
@twitter
@twitter

Proseguono a Copenhagen i lavori della 69esima sessione del Comitato Regionale Europeo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, incentrata sul tema delle strategie di Health 2020 dell’OMS Europa e agli obiettivi sullo sviluppo sostenibile dell’Agenda2030 dell’ONU (SDGs), in particolare sull’equità nell’accesso alle cure sanitarie e per l’assistenza di base a tutti i cittadini dei paesi membri. Nella giornata odierna le 53 delegazioni europee hanno votato per l’elezione del nuovo Direttore Regionale, che succederà all’ungherese Zsuzsanna Jakab che presiede Ufficio Europeo dal 2010. Il candidato vincitore al primo turno e con 34 voti è Hans Kluge, originario del Belgio, superando gli altri 5 candidati provenienti da Georgia, Austria, Turchia, Armenia. “Sono molto onorato di questa elezione. Nei prossimi cinque anni dedicherò il mio cuore e la mia anima al diritto alla salute e alla buona assistenza sanitaria per tutti i cittadini della regione" le prime parole del neo direttore regionale. Hans Kluge, già Direttore della divisione dei sistemi sanitari e della sanità pubblica dell'OMS, nelle numerose visite a San Marino si è sempre reso disponibile a fornire supporto e assistenza nel percorso di riorganizzazione del sistema sanitario e socio-sanitario del Paese tenendo conto degli obiettivi indicati dal Piano Sanitario e Socio Sanitario. “E’ una nomina che anche San Marino ha sostenuto – afferma il segretario di Stato alla Sanità Franco Santi, presente all’assemblea OMS assieme al Direttore Generale dell’ISS Andrea Gualtieri – e che siamo sicuri potrà rafforzare ulteriormente la collaborazione tra il nostro paese e gli organismi dell’OMS e ci auguriamo possa supportare il progetto della Piattaforma dei Piccoli Paesi ideata proprio da San Marino 5 anni fa.” Nella giornata di domani, l’ultimo impegno della delegazione sammarinese che interverrà durante la sessione dedicata all’ Agenda 2030 dell’ Onu.